Il Consiglio Direttivo della Camera Nazionale della Moda Italiana si è riunito ieri a Milano ed ha nominato Carlo Capasa il suo nuovo presidente. Ha preso il posto di Mario Boselli, che per 15 anni ha ricoperto il ruolo e che diventerà presidente onorario con incarichi internazionali in occasione della prossima assemblea che si terrà il 14 maggio.

Capasa ricoprirà anche il ruolo di Ceo di Jane Reeve, la quale terminerà definitivamente il suo mandato il prossimo 30 giugno. Carlo Capasa è un imprenditore di origini pugliesi diventato famoso in tutto il mondo. Ha studiato giurisprudenza presso l’Università Cattolica di Milano e contemporaneamente ha lavorato nella FTM di Via della Spiga, occupandosi di distribuzione di marchi come Basile, Callaghan, Complice, Issey Miyake. Nei primi anni ’80 si è occupato della  direzione artistica per Zamasport Spa ed ha collaborato con Romeo Gigli,  rivestendo la carica di Ceo nella sua azienda e lanciando la sua prima linea di abiti.

La svolta è però avvenuta nel 1986, quando è diventato presidente e amministratore delegato della casa di moda Costume National, fondata insieme a suo fratello minore Ennio, che oggi vanta l’apertura di boutique a Milano, New York, Roma, Los Angeles e Parigi. Mick Jagger, David Bowie, Keith Richards, Jovanotti, Willem Dafoe, Carla Bruni e Madonna sono stati solo alcuni dei suoi clienti ed amici, che amano lo stile ironico ed imprevedibile del brand. Nonostante Carlo Capasa si sia sempre occupato del ramo manageriale della società con il suo ruolo di amministratore, non ha mai nascosto la sua vena artistica. I due fratelli sono stati capaci di portare una rivoluzione nel mondo della moda degli anni ’90.

Contemporaneamente, Capasa ha lavorato per Gucci e fin dal 2010 era stato sempre eletto consigliere della Camera Nazionale della Moda Italiana con delega speciale per la gestione delle tematiche attinenti ai nuovi media-internet.  Già da qualche mese veniva indicato come uno tra i candidati migliori per ricoprire il ruolo di presidente della CNMI e proprio ieri il suo sogno è diventato realtà