Carla Bruni non è solo la donna italiana divenuta Première Dame francese qualche anno fa al fianco del marito Nicolas Sarkozy, è stata anche una super top model negli anni '90. Ha calcato le passerelle internazionali più ambite, da Versace a Chanel, distinguendosi sempre per fascino, eleganza e bellezza. Di recente, ricordando quel periodo magico, ha rivelato qual era il suo soprannome dell'epoca e la cosa particolare è che a coniarlo era stata Kate Moss.

Il soprannome  di Carla Bruni nel mondo della moda

Carla Bruni aveva poco più di 20 anni quando ha debuttato nel mondo della moda e a poco a poco si è fatta notare per la sua bellezza, fino a diventare una super top model degli anni '90. All'epoca era richiestissima e si è trovata a calcare le passerelle al fianco di grandi nomi come Claudia Schiffer, Naomi Campbell e Cindy Crawford, le altre top che insieme alla Bruni diedero vita al fenomeno delle super modelle, le prime ad essere famose in tutto il mondo e riconosciute dal grande pubblico. Oggi Carla Bruni non sfila più ma ha ricordato con affetto quel periodo magico, in un'intervista rilasciata a Naked Voice ha rivelato che quando faceva la modella Kate Moss le aveva affibbiato un soprannome un po' particolare. La moglie di Sarkozy ha raccontato che non amava darsi alle notte brave e ai party glamour, preferiva essere morigerata e tornare a casa al termine dei numerosi impegni lavorativi, così da potersi ricaricare a sufficienza per affrontare il giorno successivo.

Scappavo via da alcol e droghe e non ho mai avuto il gusto dell’autodistruzione. Piuttosto, ho il gusto del sonno. E poiché il mondo della moda si sveglia ogni mattina alle sei, l’abitudine che mi ha salvata è stata quella di alzarmi presto per andare al lavoro”.

Proprio per questi motivi l'amica Kate Moss, all'epoca soprannominata "Cocaine Kate", la chiamava "Boring Carla", ovvero "Carla la noiosa". Bellezze diverse e caratteri senza dubbio diversi quelli di Kate e Carla che anche all'epoca delle super modelle mostravano le loro differenze. Oggi la Bruni ricorda con affetto quei momenti e il soprannome un po' cattivo datole dalla Moss e senza dubbio, oggi come allora, va fiera della sua immagine da brava ragazza, costruita negli anni con cura e dedizione.