L’estate porta con sé il caldo, l’afa, il sudore appiccicoso e purtroppo anche la poca attenzione per il proprio look. Sono molti quelli che non sopportano le temperature tropicali e che di conseguenza preferiscono indossare degli indumenti confortevoli piuttosto che glamour, realizzati con tessuti pesanti o poco traspiranti. Il risultato? Spesso si finisce per optare per degli abiti di dubbio gusto.

Un esempio sono i cargo-pants da uomo. Sono simili ai bermuda, ma si differenziano per il loro taglio più largo che li rende meno eleganti di questi ultimi. I pantaloncini cargo risalgono alla moda hip hop dei primi anni 2000, sono pieni di tasche e vanno portati senza cintura per lasciare in vista la biancheria intima. Sono moltissimi gli uomini che non possono fare a meno di utilizzarli in estate, soprattutto quando vogliono tenere cellulare, portafoglio e chiavi dell’auto sempre con sé, senza dover ricorrere a borselli o marsupi. Le donne, però, non amano particolarmente questo “look da lavoratore”, “ucciderebbero” con piacere questa moda poiché la considerano quasi una piaga sociale.

Tutte quelle che almeno una volta nella loro vita si sono ritrovate ad uscire con un uomo che al primo appuntamento indossava proprio questo indumento sapranno bene che basta un solo sguardo per mettere fine ad ogni tipo di fantasia erotica. I bermuda cargo per il sesso femminile rappresentano la “morte della virilità”: perché gli uomini continuano ad indossarli con orgoglio? Sono l’ideale per andare a pesca o per fare qualche lavoro in casa, ma non di certo per un appuntamento galante. A nome di tutto il genere femminile, si consiglia dunque agli uomini di smetterla di indossare dei pantaloncini simili o, ancora meglio, di gettarli direttamente nell’immondizia.