730 CONDIVISIONI
4 Novembre 2014
09:58

Campagne pubblicitarie shock: le immagini più esplicite (FOTO)

Utilizzare immagini forti, capaci di smuovere l’opinione pubblica, sensibilizzandola su argomenti che spesso vengono presi sottogamba, è l’obiettivo delle campagne pubblicitarie più scioccanti del web.
A cura di Valeria Paglionico
730 CONDIVISIONI

Violenza sui minori, guerra, pirati della strada, razzismo e questioni ambientali sono alcuni dei temi trattati da campagne pubblicitarie shock, che vogliono riportare l’attenzione su tematiche spesso dimenticate e prese sotto gamba. E’ un tipo di pubblicità che vuole spaventare, colpire e far riflettere il pubblico con immagini forti, crude ed esplicite, con la speranza che i problemi presentati non si aggravino ancora di più.

Il web permette di diffondere facilmente messaggi del genere, senza limiti e senza censure, imposte invece dai network televisivi, che considerano questo tipo di comunicazione troppo forte e fastidiosa per il proprio pubblico. Nonostante ritraggano in modo naturale la terrificante realtà dei giorni nostri, molte sono le critiche alle provocazioni e alla spietatezza di queste immagini.

La campagna ‘Publicis', realizzata per Crisis Relief Singapore, vuole sottolineare come i ‘mi piace' di Facebook non siano d'aiuto per problemi gravi come la guerra. In una delle foto diffuse si vede una madre che abbraccia il figlio sanguinante, ferito in guerra e intorno, decine di ‘pollici all’insù’, come se fosse una qualsiasi foto condivisa su Facebook. Anche il WWF ha realizzato campagne pubblicitarie scioccanti: il nostro secolo porterà all'estinzione gli squali, da qui le due foto che ritraggono lo stesso scenario, ma in una si vede la pinna dello squalo con la scritta "horrifying", e nell'altra rimane solo l'oceano con la scritta "more horrifying". Che dire della campagna pubblicitaria Unhate della Benetton? Per combattere la cultura dell'odio in ogni sua forma, la nota azienda mostra i baci tra leader politici e religiosi, come il presidente degli Stati Uniti Obama, il Presidente cinese Hu Jintao o il Papa Benedetto XVI. Il termine shock non è dunque esagerato per queste e per molte altre campagne di comunicazione, che aziende ed associazioni hanno realizzato per arginare i pericoli della società moderna e per scuotere gli animi del pubblico.

730 CONDIVISIONI
MISSONI Estate 2011 - campagna pubblicitaria
MISSONI Estate 2011 - campagna pubblicitaria
La campagna pubblicitaria anticonvenzionale di Tiffany
La campagna pubblicitaria anticonvenzionale di Tiffany
7.188 di Donna Fanpage
Il fascino rétro della nuova campagna pubblicitaria Prada (FOTO)
Il fascino rétro della nuova campagna pubblicitaria Prada (FOTO)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni