Credevate che nascere in una famiglia reale fosse qualcosa di estremamente desiderabile? Vi sbagliavate. Al di là degli abiti griffati, degli eventi da sogno organizzati a palazzo e delle apparizioni pubbliche che attirano l'attenzione di migliaia di persone in tutto il mondo, le donne Royals si ritrovano sempre a essere messe a paragone quando si parla di bellezza e di stile. Tra le monegasche sono molte quelle che si fanno concorrenza, da Charlotte Casiragni a Beatrice Borromeo, fino ad arrivare a Charlene, la moglie del principe Alberto. Di recente ad attirare sempre di più l'attenzione del pubblico è stata però la 21enne Camille Gottlieb. È la figlia più piccola di Stéphanie di Monaco e viene paragonata spesso alla nonna Grace Kelly per fascino e splendore.

Camille Gottlieb è la figlia più piccola di Stéphanie di Monaco

Si chiama Camille Rose Gottlieb ed è la figlia più piccola di Stéphanie di Monaco, nata nel 1998 dalla relazione della principessa con il capo della sicurezza di Palazzo Grimaldi, Jean-Raymond Gottlieb. Non possiede titoli reali, visto che è nata al di fuori del vincolo matrimoniale, ma giorno dopo giorno dimostra che ha l'animo da principessa, soprattutto quando si parla di bellezza. Ha i capelli biondi, i lineamenti impeccabili, delle adorabili lentiggini sul naso, gli occhi azzurri e una pelle di porcellana che ricorda in modo impressionante quella della nonna Grace Kelly. Insomma, non ha proprio nulla da  invidiare alle parenti "con il sangue blu", ha tutte le carte in regola per diventare icona di splendore e di stile come loro.

Camille è vittima degli haters sui social

Camille è molto famosa sui social, il suo profilo ufficiale conta più di 66.000 followers ma, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, non tutti le lasciano complimenti e commenti positivi. Ha molti haters che la prendono di mira per le forme morbide che, a detta loro, non sarebbero adatte a una principessa. Alcuni la accusano anche di essere ricorsa alla chirurgia per qualche ritocchino estetico e di vantare uno stile di vita da "nullafacente", approfittano delle sue origini nobiliari. La figlia di Stéphanie non si è lasciata sopraffare dalle polemiche, ha un bel caratterino e non ci ha pensato su due volte a rispondere in maniera decisa dicendo: "Me ne infischio di essere la più bella o la più brutta della mia famiglia. E soprattutto me ne infischio della vostra opinione. Ma ciò di cui sono in ogni caso cosciente, è che le persone che passano le loro giornate e le loro nottate a criticare me, mia sorella, mia madre e i nostri rispettivi padri sono ridicole".  Insomma, come la madre, anche lei è una vera e propria ribelle: non permetterà mai a nessuno renderla vittima di body shaming.