Il caffè verde non è altro che il caffè classico crudo e non tostato che mantiene intatte le sue proprietà organolettiche. Tra i suoi benefici spiccano le proprietà dimagranti: aiuterebbe infatti a ridurre l'assorbimento dei grassi soprattutto grazie alle metilxantine, sostanza dall'azione lipolitica, e all‘acido clorogenico che riduce l'assorbimento di zuccheri da parte dell'intestino e accelera il metabolismo. Il caffè verde aiuta però anche a mantenere stabili i livelli di glicemia nel sangue aiutando in caso di diabete, inoltre ha proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, soprattutto grazie alla presenza di polifenoli.  Ma scopriamo di più sul caffè verde.

Cosa differenzia il caffè verde dal caffè classico?

A differenziare il caffè verde da quello classico non è solo il colore ma, ad essere differenti, sono anche la quantità di caffeina: il caffè verde ne contiene una quantità minore che viene assorbita più lentamente, restando in circolo per più tempo. Inoltre il caffè verde è più ricco di sali minerali, vitamine (soprattutto del gruppo B) e polifenoli, potenti antiossidanti. Infine, questo caffè crudo non torrefatto è meno acido, quindi meno lesivo per le mucose dello stomaco.

Proprietà e benefici del caffè verde.

Vediamo ora nello specifico quali sono le principali proprietà benefiche del caffè verde, questa bevanda "brucia grassi" che apporta tanti benefici al nostro organismo.

Riduce l'assorbimento dei grassi: il caffè verde contiene metilxantine delle molecole che riescono a ridurre l'assorbimento dei grassi da parte dell'organismo svolgendo quindi un'azione lipolitica. Associando l'assunzione di questo caffè non tostato ad un'alimentazione equilibrata e a regolare attività fisica, si può accelerare il processo di dimagrimento anche grazie all'acido clorogenico che stimola il metabolismo aiutando a bruciare grassi e a perdere peso velocemente.

Potente antiossidante: il caffè verde è ricco di sostanze antiossidanti come gli Omega 3 e gli Omega 6 e polifenoli che contrastano l'azione dannosa dei radicali liberi: rallentano il processo di invecchiamento e contrastano la degenerazione cellulare prevenendo così anche lo sviluppo di tumori. La sua azione antiossidante è 4 volte superiore a quella del tè verde.

Azione antinfiammatoria: l'acido clorogenico è una delle componenti più importanti del caffè verde che aiuta a svolgere anche un'azione antinfiammatoria in quanto viene trasformato nell'intestino in acido caffeico. Tra gli acidi contenuti nel caffè verde c'è anche l'acido ferulico che svolge un'importante azione antinfiammatoria.

Ottimo per chi soffre di diabete: l'acido clorogenico contenuto nel caffè verde aiuta anche a mantenere stabili i livelli di glicemia nel sangue ed inibisce l'assorbimento degli zuccheri da parte dell'intestino, rivelandosi un toccasana per chi soffre di diabete e per chi ha bisogno di tenere sotto controllo i livelli di glicemia.

Inoltre il caffè verde aiuta ad abbassare il colesterolo cattivo nel sangue e i trigliceridi ed è efficace anche per regolare la pressione del sangue aiutando chi soffre di ipertensione. Inoltre svolge anche un'azione rinforzante sui tessuti connettivi rendendo più elastica la pelle e più forti i capelli.

Il caffè verde fa dimagrire?

Come abbiamo visto il caffè verde aiuta a dimagrire grazie alla sua capacità di assorbire i grassi e al fatto che riattiva il metabolismo grazie soprattutto a due molecole, la metilxantine e l'acido clorogenico. Sulle proprietà dimagranti del caffè verde è stato condotto uno studio pubblicato sulla rivista americana Gastroenterology Research and Practice, una ricerca che ha coinvolto 16 persone obese o in forte sovrappeso che hanno assunto per 22 settimane, mezz'ora prima dei pasti, un integratore a base di estratto di caffè verde. Il risultato è stata una perdita di peso del 10 % con riduzione del grasso corporeo del 16%.

Ciò non deve però far credere che il caffè verde sia miracoloso e che faccia dimagrire senza sforzi. Il caffè verde può essere un ottimo integratore da inserire in un regime alimentare equilibrato e ad una regolare attività fisica: utilizzato in questo modo può aiutare a dimagrire in maniera più veloce.

Caffè verde: dove acquistarlo e come consumarlo.

Il caffè verde può essere acquistato sotto forma di semi, in bustine, in cialde come per il caffè classico e in capsule e lo trovate in vendita nelle erboristerie e on line. Consumato sotto forma di tisana se ne consiglia l'assunzione di 3 tazze al giorno mezz'ora prima dei pasti principali, oppure 1 o 2 capsule da assumere al mattino in quanto agiscono sul metabolismo.

Come preparare il caffè verde?

Se volete preparare il caffè verde come quello classico, da bere come tisana, riducete in polvere i chicchi di caffè verde oppure utilizzate direttamente quello macinato (un cucchiaino per ogni tazza). Inserite la polvere in una tazza di acqua calda e lasciate in infusione per non più di 10 minuti. Filtrate la bevanda prima di consumarla.

Controindicazioni.

Il caffè verde non presenta particolari controindicazioni, tranne se non si è allergici alle sue componenti. È comunque consigliabile consultare il medico prima di utilizzare il caffè verde come integratore sopratutto se si assumono farmaci. Il consumo di caffè verde è sconsigliato ai bambini e alla donne in gravidanza. Il consiglio è inoltre quello di comprare solo caffè verde certificato e leggere attentamente la composizione del prodotto.