Il caffè si ottiene dalla macinazione dei semi di frutti prodotti da alberi tropicali, che appartengono al genere Coffea appartenente alla famiglia delle Ribiaceae. Le bacche della pianta sono verdi e rotonde e, una volta giunte a maturazione diventano di colore rosso. A mantenere il colore originario è il caffè verde che viene miscelato ad altre varietà classiche di caffè ma resta crudo, non subisce cioè il processo di torrefazione che rende i chicchi del tipico colore marrone. Del genere Coffea fanno parte circa 100 specie ma le più diffuse sono due: arabica e robusta. L'arabica cresce oltre i 1000 metri di altitudine, è più delicata, contiene meno caffeina ma ha molte proprietà organolettiche.

La robusta cresce sotto i 700 metri di altitudine ed è più economica, anche se il 75% della produzione mondiale di caffè, fa riferimento alla specie arabica. La bevanda del caffè ha origine nello Yemen intorno all'anno 1000. L'Italia è posizionata al 12 posto per consumo di caffè e in media ogni persona consuma quasi un chilo e mezzo di caffè all'anno. Ma sappiamo davvero tutto sul caffè? Vediamo quali sono gli effetti benefici del caffè, quanto berne al giorno e le controindicazioni.

Proprietà e benefici del caffè.

Il caffè ha proprietà antiossidanti che ci aiutano a contrastare i radicali liberi, secondo uno studio condotto dall'Università di Pamplona i benefici antiossidanti del caffè sono 10 volte superiori a quelli di tè e vino, soprattutto se si tratta di caffè espresso. Aiuta a dimagrire: una tazzina di caffè senza zucchero contiene solamente 3 calorie e, se bevuta a fine pasto, aiuta a smaltire i grassi assunti. Il caffè insomma, ha una funzione brucia grassi che permette di perdere peso. Inoltre è un regolatore dell'appetito perché blocca lo stimolo della fame. L'Università di Lund, in Svezia, ha dimostrato, attraverso uno studio, che bere caffè ridurrebbe il rischio di ammalarsi di cancro al seno per le donne, mentre gli uomini possono prevenire il tumore alla prostata bevendo regolarmente caffè.

Un altro studio, condotto dalla Harvard School of Public Health, ha affermato attraverso una ricerca che bere dalle 2 alle 4 tazzine di caffè al giorno, ha proprietà antidepressive. Al suo interno, il caffè ha molti componenti che gli conferiscono proprietà diuretiche e lassative e la metionina riduce il rischio di infezioni del tratto urinario. Bere tre tazzine di caffè al giorno aiuta chi ha problemi di respirazione legati a problemi ai bronchi. Aiuta le prestazioni sportive: sembra impossibile e invece l'Università del Queensland ha pubblicato sul Journal of Science and Medicine in Sport una ricerca in cui dimostrava che 14 ciclisti che avevano assunto un'ora prima della gara una tazzina di caffè, guadagnavano il 2% in velocità rispetto a chi non l'aveva bevuto. Un alleato per migliorare l'energia e le prestazioni sportive.

Inoltre, il caffè, ha proprietà cosmetiche: viene utilizzato nelle creme anticellulite, soprattutto grazie alla caffeina, per le sue capacità di stimolare il flusso sanguigno, eliminare i liquidi in eccesso e ridurre il grasso. Ha un alto potere idratante che viene sfruttato in creme e detergenti, inoltre è un ottimo riflessante per i capelli castani ai quali dona splendide sfumature.

La ricerca: il caffè può ridurre le probabilità di sviluppare un melanoma.

Di recente, è stato scoperto che il caffè mantiene viva l’attenzione e riduce anche il rischio di sviluppare melanoma cancerosi. Negli ultimi 10 anni è stato infatti condotto uno studio presso il National Institutes of Health, che ha analizzato le cartelle cliniche di circa 450mila persone. 2.904 dei partecipanti hanno sviluppato un melanoma maligno, cioè una grave tipo di cancro della pelle che colpisce le cellule che producono la pigmentazione, ed altre 1.874 persone hanno sviluppato cellule anomale che potrebbero portare al cancro. I ricercatori hanno tenuto sotto controllo i diversi fattori a rischio, come l’abuso di alcool, di fumo, l’esposizione eccessiva ai raggi del sole e l’attività fisica praticata e sono state trovate alcune associazioni interessanti.

Le persone che avevano l’abitudine di bere almeno quattro tazze di caffè al giorno avevano il 20% di probabilità in meno di sviluppare cellule cancerose rispetto a coloro che non lo bevevano. In particolare, a fare effetto sarebbe il caffè che contiene un’elevata quantità di caffeina.Il motivo per cui questa bevanda ha delle qualità così benefiche per la nostra pelle è semplice. Contiene la caffeina, che sopprime le cellule cancerose, riduce le infiammazioni e le ossidazioni. Quando ci troviamo sotto il rovente sole estivo, inoltre, il caffè riesce ad assorbire i raggi nocivi, un po’ come la protezione solare, proteggendo quindi in maniera perfetta la nostra pelle. Quindi, bere caffè nelle giuste dosi, dalle tre alle quattro tazzine di espresso al giorno, può far bene alla nostra pelle.

Effetti del caffè.

Gli effetti del caffè, assunto in dosi moderate, (4mg/kg al giorno di caffeina), sono perlopiù positivi e, tra le altre cose, aiuta l'attività gastrica, rallenta la frequenza cardiaca e aiuta la broncodilatazione migliorando le condizioni allergiche o asmatiche. Se assumiamo, invece, caffeina in dosi alte (più di 10 mg/kg al giorno) ci sono alcuni effetti negativi. Ad esempio, soprattutto se assunto a digiuno, il caffè può causare bruciore allo stomaco e acidità, oltre a tachicardia, ipertensione e aritmie. Aumenta gli stati ansiosi provocando eccitabilità, tremori e insonnia.

Quanto caffè si può assumere al giorno?

Il caffè, ha tante proprietà benefiche ma non bisogna esagerare nelle dosi. In merito a quanto caffè bere al giorno, la dose consigliata è di 300 milligrammi di caffeina al giorno che corrisponde a 3 tazzine di caffè espresso. Da considerare però che la caffeina è contenuta anche nel cioccolato e nel tè, quindi consideriamo anche il contributo degli altri alimenti che consumiamo durante la giornata per valutare le tazzine di caffè da bere ogni giorno. Generalmente viene stabilito un limite di 3 tazzine al giorno per le donne e gli uomini di corporatura esile, e quattro tazzine per gli uomini che hanno una costituzione fisica più robusta.

Proprietà della caffeina.

Grazie alla caffeina, che stimola la secrezione biliare e gastrica, il caffè dopo pranzo facilita la digestione. Inoltre ha un effetto tonificante e stimolante sia in merito alla funzionalità cardiaca che nervosa. Il suo effetto lipolitico aiuta poi a dimagrire perché stimola la termogenesi e l'utilizzo dei grassi a scopo energetico, a ciò si aggiunge l'effetto anoresizzante, cioè la capacità del caffè di ridurre l'appetito.

Controindicazioni.

Le controindicazioni del caffè sono legate soprattutto a un suo consumo eccessivo. Chi abusa quotidianamente di caffè può sviluppare una dipendenza che viene chiamata "caffeismo" che ha sintomi simili all'ansia: palpitazioni, irritabilità, insonnia, mal di testa in caso di astinenza e nervosismo. Inoltre, sempre se assunto in dosi eccessive, riduce l'assorbimento di calcio e anche di ferro, quindi particolare attenzione a non esagerare anche per chi soffre di osteoporosi o anemia. In gravidanza bere anche tre tazzine di caffè al giorno potrebbe causare al feto e aumentare la probabilità che il bambino nasca sottopeso quindi, è sempre meglio consultare il medico sulla possibilità di bere u po' di caffè in gravidanza per evitare problemi.

L'utilizzo del caffè va limitato, o sostituito con quello privo di caffeina in caso di: ulcera peptica, gastriti ipersecretive, reflusso, colesterolo alto, ipertensione, cardiopatia ischemica, abuso di alcol e fumo. La caffeina, inoltre, può essere letale, ma solamente se assunta in dosi esagerate, che un uomo comune non potrebbe sostenere, e cioè dalle 80 alle 100 tazze di caffè in sole 4 ore.