Aimee Copeland è una ragazza di 28 anni e nel 2012, durante una vacanza in compagnia degli amici e del fidanzato, è stata infettata da un insetto carnivoro che ha contaminato così tanto il suo corpo da costringerla ad amputare la gamba sinistra, il piede destro ed entrambe le mani. Inizialmente, i medici credevano che non sarebbe stata capace di guarire e di sconfiggere l’infezione.

L’hanno sottoposta ad una serie di interventi chirurgici, ad una terapia intensiva, ma alla fine sono stati costretti a procedere con l’amputazione. In questo modo, le hanno dato la possibilità di sopravvivere. Oggi la ragazza è felice di potersi ancora godersi la vita. Naturalmente, non è stato semplice adattarsi ad un cambiamento fisico tanto radicale, visto che da un giorno all’altro si è ritrovata a dover imparare a vivere senza arti. Di recente, però, ha trovato di nuovo il coraggio di mostrarsi in bikini ed ha mostrato la foto su Facebook.

Nella didascalia ha poi scritto:Mi ci è voluto molto tempo per sentirmi a mio agio con il nuovo corpo. Tutti abbiamo delle imperfezioni e c’è tanta bellezza nei nostri difetti. Le cicatrici ci aiutano a costruire il carattere”. Secondo la ragazza, non conta quello che si possiede ma piuttosto quello che si fa con quello che si possiede. Il suo obiettivo è diventare un punto di riferimento per tutte quelle che non si accettano così come sono. Lei ha dimostrato che solo amando i propri difetti è possibile cominciare a godersi la vita e il momento in cui si raggiunge questa consapevolezza è in assoluto il più bello del mondo.