Avere un bucato profumato e fresco non è sempre un'impresa semplice: può capitare infatti che i nostri capi non siano perfettamente deodorati, anche dopo il lavaggio. Ciò può avvenire per diverse cause: il bucato potrebbe essere troppo sporco, oppure il problema può derivare dal detersivo che utilizziamo, dal cestello della lavatrice sporco ecc… Scopriamo allora quali sono i segreti per aver un bucato profumato e fresco dopo ogni lavaggio, e i trucchi da usare affinché conservino un buon odore a lungo.

Lavare subito i capi umidi

I capi umidi o bagnati tendono a emanare un cattivo odore, se non lavati in poco tempo, soprattutto gli asciugamani che hanno una grande capacità assorbente. La prima cosa da fa in questi casi è non ammucchiarli nel cesto della biancheria sporca, ma lavarli subito o, se non è possibile, lasciarli prima asciugare all'aria, prima di inserirli tra la biancheria da lavare. In questo modo otterrete un bucato profumato e scongiurerete la formazione di muffa sui vostro capi.

Utilizzare poco detersivo e preferire detergenti e ammorbidenti naturali

Per quanto riguarda il lavaggio, riducete la quantità di detersivo liquido, soprattutto se la lavatrice emana un cattivo odore: può infatti capitare che alcuni detergenti non si sciolgano completamente durante il lavaggio, lasciando residui che possono favorire la formazione di muffa. Altra soluzione è preferire prodotti naturali, quelli utilizzati dalle nostre nonne, come il sapone di Marsiglia: aggiungetelo nella vaschetta della lavatrice, senza altri detersivi, per ottenere un bucato pulito e profumato. In caso di indumenti particolarmente sporchi, fate un risciacquo aggiungendo un cucchiaio di aceto e bicarbonato. Potete poi ottenere un bucato profumato anche senza ammorbidente: preferite poi l'aceto di mele che, oltre  rendere morbidi gli indumento e ad eliminare i cattivi odori, manterrà pulita anche la lavatrice, funzionando da ottimo anticalcare.

Lavare separatamente gli indumenti molto sporchi e fare piccoli carichi

Un segreto per ottenere sempre un bucato profumato, è quello di lavare a parte gli indumenti molto sporchi: organizzateli in piccoli carichi, così che la lavatrice possa lavarli in profondità. Un carico leggero permette infatti ai capi di avere a disposizione più spazio: se necessario lavateli per la seconda volta. Se i capi sporchi da lavare sono particolarmente maleodoranti, cospargeteli con qualche goccia di olio essenziale: aggiungetene qualche goccia in un flacone spray, aggiungete l'acqua e spruzzatelo sui panni sporchi, prima di inserirli in lavatrice.

Pretrattare le macchie di sporco

In caso di macchie che emanano cattivo odore, l'ideale è pretrattare realizzando una pasta con acqua e bicarbonato. La quantità dipende dalla grandezza della macchia: cominciate utilizzato un cucchiaio di bicarbonato, aggiungendo l'acqua necessaria ad ottenere una crema facile da spalmare. Sciogliete bene il bicarbonato e applicatelo sulla zona da trattare, lasciando agire per una decina di minuti. Lavate poi in lavatrice aggiungendo circa 250 ml di aceto bianco. Ricordate poi di impostare la temperatura più alta consigliata per il tipo di tessuto.

Lavare il cestello della lavatrice e lasciare aperto lo sportello

L'accurata pulizia della lavatrice è un altro elemento importante per ottenere un bucato profumato, soprattutto il cestello: è qui infatti che riponiamo la biancheria. Riempite il cestello di acqua calda, aggiungete 500 ml di aceto bianco e lasciate agire per circa mezz'ora. Avviate poi un normale ciclo di lavaggio a vuoto. Ricordate poi di lasciare aperto lo sportello della lavatrice, così da far arieggiare il cestello dopo ogni lavaggio. Non chiudete quindi lo sportello dopo aver svuotato la lavatrice, per scongiurare la formazione di muffa e cattivi odori, ma lasciatelo semi aperto.

Asciugare il bucato all'aria aperta quando possibile

Per avere indumenti freschi e profumati è importante poi, quando possibile, asciugare il bucato all'esterno, esponendolo alla luce del sole e all'aria aperta, invece di azionare l'asciugatrice. Ovviamente ciò è consigliabile solo quando l'aria è fresca e pulita. Se invece dovete utilizzare l'asciugatrice potete mettere in pratica questo trucco: preparate dei fogli profumati utilizzando un pezzo di stoffa di cotone. Bagnatelo sotto acqua corrente, strizzatelo e cospargetelo con una decina di gocce del vostro olio essenziale preferito. Inserite il foglio nell'asciugabiancheria negli ultimi dieci minuti di ciclo, così da profumare tutti i vestiti. Potete utilizzarlo più volte e, quando l'odore si sarà attenuato, lavatelo e aggiungete poi altre gocce di olio essenziale.

Deodorare cassetti e armadi con sacchetti profumati e oli essenziali

Una volta asciugata la biancheria, fate attenzione a dove la riponete: evitate luoghi freddi e umidi, preferendo ambienti arieggiati e lontani dalla polvere. Una volta riposto il bucato, potete realizzare delle soluzioni profumate da inserire tra un capo e l'altro, creando ad esempio dei sacchetti profumati con lavanda o erbe aromatiche. In alternativa potete versare alcune gocce di olio essenziale alla rosa su dei chicchi di riso, avvolgeteli poi in un panno e inseriteli tra la biancheria in attesa di essere stirata.