Brooklyn Beckham sta diventando una delle star più amate e seguite al mondo, tanto da essere considerato un vero e proprio sex symbol come il papà, nonostante i soli 18 anni. Sarà perché la fine dell'estate coincide con un periodo di cambiamenti o perché semplicemente aveva voglia di rinfrescare la sua immagine ma di recente ha deciso di stravolgere completamente il look. Il figlio di David e Victoria ha detto addio al ciuffo ribelle e ai lunghi capelli biondi per passare alla moda più seguita dalle celebrities, quella dei capelli rasati.

Brooklyn Beckham passa ai capelli rasati

Dopo Zayn Malik e Robert Pattinson, anche lui non è riuscito a resistere alla tentazione e ci ha "dato un taglio" netto. Certo, non ha optato per qualcosa di drastico come un look in stile "palla da biliardo" ma è chiaro che per lui non deve essere stato semplice rinunciare alla folta chioma che sfoggiava fino a qualche giorno fa. E' stato stesso lui a mostrarsi sui social con l'inedito taglio di capelli, guadagnando ben 251.000 like con un'unica foto, segno del fatto che sono moltissimi coloro che hanno apprezzato la trasformazione.

https://www.instagram.com/p/BYrv22aDekn/?taken-by=brooklynbeckham

Il figlio maggiore dei Beckham andrà all'università

Il primogenito di David e Victoria ha compiuto 18 anni da poco e inevitabilmente per lui questo è un periodo di cambiamenti e non solo dal punto di vista estetico. Brooklyn, appassionato di fotografia e di moda, sembra non voler inseguire solo le sue passioni nella vita. A breve, infatti, comincerà a frequentare l'Università di New York, precisamente la Parsons School of Design, dando prova di essere interessato anche alla cultura. Si trasferirà dunque a 3.000 chilometri da casa pur di realizzarsi e ha ribadito più volte di non aspettarsi nessun trattamento speciale solo perché ha un cognome "famoso". Sarà proprio per cominciare questo nuovo periodo con un tocco di novità che ha deciso di tagliare i capelli? L'unica cosa certa è che non ha perso il fascino del "bello e dannato" che lo ha sempre contraddistinto.