Per l’Autunno-Inverno 2014/2015, Bottega Veneta presenta una collezione caratterizzata da forza e sicurezza. La silhouette nell’insieme è pulita, lineare e per nulla costrittiva, permettendo la massima libertà di movimento. Nonostante a volte gli abiti suggeriscano l’idea di nudità, in realtà la pelle scoperta è minima e l’effetto è ottenuto grazie a un’attenta scelta di materiali e a una sartorialità ricercata. La palette cromatica della stagione è dominata da tonalità tenui che comprendono bruma, grigio chiaro, sabbia e rosa beige. Talvolta questi colori chiari e polverosi sono contrastati da decisi tocchi di rosso bruciato, verde chartreuse, viola e verde smeraldo. I materiali sono caratterizzati da diversi pesi, texture e finiture, uniformemente densi ed opachi senza alcuna trasparenza. Per la parte superiore il tessuto segue la forma del corpo, creando una linea decisa. Sebbene l’intera silhouette sembri modellata allo stesso modo, l’effetto si rivela un’illusione. Una serie di pieghe e spacchi inaspettati si svelano al minimo movimento, conferendo scioltezza alla donna che li indossa. In alcuni casi queste insolite pieghe e spacchi donano nuove dimensioni ai capi rivelando pennellate nascoste di colori audaci.

La borsa della stagione presenta gli stessi contrasti e ha un ruolo di primo piano nel look. I modelli con manici superiori sembrano stampati, ma i motivi si ottengono grazie alle caratteristiche naturali dei pellami esotici oppure attraverso combinazioni patchwork di materiali e colori di grande effetto. La scarpa invece è più essenziale, disegnata appositamente per completare la silhouette, con un tacco alto e sottile. Ricorda un raffinatissimo guanto scamosciato e talvolta termina con un elemento di minimalismo geometrico. Gioielli di forte impatto, in argento sterling anticato e rosato, si ispirano ai meccanismi di un orologio meticolosamente realizzato, con un insieme compatto di ruote e ingranaggi molto delicati ed estremamente precisi. “La collezione si basa su movimento, energia e sicurezza”, dichiara il Direttore Creativo Tomas Maier. “Pensiamo sempre a che sensazione dovrebbero dare i vestiti alle donne e all’esperienza personale che vivono indossandoli”.