Fare qualche ritocco chirurgico per migliorare il proprio aspetto, dicendo addio ad alcuni dettagli estetici che proprio non si riescono ad accettare, è ormai diventato abbastanza comune, tanto che non fa più scalpore vedere persone con parti del corpo rifatte in modo più o meno evidente. Anche a volte si aggiunge un tocco artificiale e innaturale alla propria immagine, la cosa certa è che si acquista sicurezza in se stessi. La cosa particolare è che ogni epoca vede il boom di un particolare tipo di intervento, l'ultimo anno, ad esempio, è stato quello dei capezzoli,  modificati sempre più spesso attraverso l'intervento di un professionista.

A rivelarlo è stata l'American Society of Plastic Surgeons che, dopo aver raccolto i dati relativi al 2018, ha mostrato dei risultati abbastanza chiari: l'aumento del volume seno continua a essere l'intervento di chirurgia estetica più richiesto negli Stati Uniti ma a fargli sempre più concorrenza c'è proprio quello ai capezzoli. Ad aver provocato un fenomeno simile sono state le star che, indossando spesso abiti trasparenti e senza reggiseno sui red carpet internazionali, lasciando così intravedere chiaramente la forma del décolleté, spingono le donne a desiderare quello stesso dettaglio estetico e non solo in fatto di grandezza e tonicità. Si dà sempre più attenzione ai capezzoli, che devono essere dritti e turgidi, anche se appena visibili attraverso i top e le magliette, proprio come quelli delle sorelle Hadid, di Rihanna o delle sorelle Kardashian. L'operazione richiesta, inoltre, riguarderebbe anche l'areola, di cui si vogliono ristabilirne le proporzioni, riducendone il perimetro. Insomma, a quanto pare non c'è mai fine al peggio e per essere "alla moda" quest'anno bisogna rifarsi i capezzoli: non sarebbe meglio imparare ad accettarsi così come si è?