L'estate volge ormai al termine ed è arrivato il momento di ritornare alla normale routine quotidiana. Per le famiglie che hanno avuto un figlio da pochi anni, quella di oggi è una giornata importantissima poiché i bambini andranno per la prima volta a scuola, cominciando a frequentare l'asilo. Tra preparazione dello zainetto e della merendina, pianti disperati e distacchi "difficili", non si può dire che non sia un'esperienza che rimarrà per sempre nei ricordi delle mamme e non solo perché vedono il loro piccolo crescere ma soprattutto perché potranno sentirsi per la prima volta realmente "in ferie".

Le mamme vanno in "ferie"

A quale mamma non è mai capitato di sentirsi stressata e stanchissima durante una vacanza in un luogo da sogno? Essere genitore, si sa, non è semplice e spesso richiede una pazienza e una forza infinita, visto che bisogna stare continuamente dietro il piccolo, cercando di esaudire ogni suo desiderio e bisogno. Inevitabilmente, anche quei momenti destinati al relax come la pausa estiva diventano pesanti e carichi di stress, facendo sognare il momento in cui il bimbo comincerà la scuola. Certo, il momento del distacco non è del tutto indolore, visto che si vedrà la propria casa vuota all'improvviso e che non si accetterà mai il fatto di non assistere ai piccoli progressi fatti dal bambino in ogni singolo istante della sua vita, ma a lungo andare si proverà quasi un senso di liberazione, come se l'inizio dell'asilo coincidesse con l'arrivo delle ferie vere e proprie. Insomma, oggi è un grande giorno non solo per i bimbi ma anche per le mamme: a partire da questo momento potranno godersi al 100% la loro "estate".

Perché fare la mamma è il lavoro più difficile del mondo

Fare la mamma non è un gioco da ragazzi e non di rado viene definito il lavoro più difficile del mondo. Non esiste corso di formazione da seguire, studio o tirocinio da poter fare per imparare a essere genitori in modo impeccabile ed è proprio per questo che bisogna impegnarsi a tempo pieno per dare una buona educazione al figlio, tanto da poter tranquillamente affermare che si tratta di una vera e propria professione. La mamma deve imparare tutto strada facendo, andando incontro a non pochi errori e momenti stressanti. Certo, le soddisfazioni non mancano, visto che vedere il piccolo sorridere è una delle esperienze più belle che possano capitare nella vita, ma a volte, magari quando il bimbo non smette di piangere o di fare i capricci, la situazione diventa davvero pesante. Una mamma deve essere sempre presente, giorno e notte, e anche quando non si sente in forma, arrivando a sentirsi "sfibrata" sia fisicamente che mentalmente. Inutile dunque avere qualche senso di colpo quando si lascia il piccolo solo all'asilo, la scuola non fa altro che concedere alle mamme qualche ora di meritatissimo riposo.

Il calendario scolastico del 2017

L'anno scolastico comincia ufficialmente lunedì 11 settembre nella gran parte delle regioni italiane, anche se non mancano le eccezioni. In Lombardia, ad esempio, la scuola è iniziata il 5 settembre, mentre in Molise i bambini si siederanno tra i banchi domani, il 12 settembre. In Veneto e Umbria, invece, l'asilo vedrà il via il 13 settembre. Diverso è il caso di Valle D’Aosta, Liguria, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna, dove la campanella suonerà il 14 settembre, mentre in Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio e Puglia il 15. Naturalmente, questo calendario vale per le scuole pubbliche, visto che a quelle private viene lasciata maggiore autonomia, e potrebbe subire dei cambiamenti a causa del maltempo che sta creando moltissimi disagi in tutto il paese.