Lorraine Burnett è una donna di 37 anni, viene da Dunfermline, in Scozia, e indossare i tacchi a una festa di Natale di qualche anno fa le ha cambiato la vita. Aveva ballato per tutta la serata con indosso delle scarpe altissime e nuove, ritrovandosi con delle vesciche dolorose sui piedi. Dopo mesi, però, la situazione si è aggravata e, complice una patologia come il diabete, di cui soffriva da anni, quelle ferite hanno fatto infezione e le hanno addirittura impedito di camminare.

Nonostante prendesse medicine e antibiotici, non c’è stato nulla da fare, i medici sono stati costretti ad amputarle la gamba per mettere fine a quella sofferenza. “Ero rimasta a ballare fino alle prime luci del mattino, mi ero così divertita che non ho pensato ai piedi doloranti. Pensare che quelle scarpe mi sono costate una gamba è una cosa che mi spezza il cuore”, ha dichiarato la donna, ancora sotto choc. Dopo aver subito l’intervento di 5 ore, ha dovuto re-imparare a camminare ed è diventata dipendente dal marito e dalla figlia, visto che non riusciva più a compiere i gesti quotidiani che fino a qualche tempo prima erano “normali”.

Oggi, utilizza una protesi ma sogna di riceverne una più moderna per il prossimo Natale. "La mia vita cambierebbe con una protesi nuova", ha spiegato la donna straziata. Anche se sono passati 2 anni da quel momento da incubo, Emma ha deciso di raccontare la sua storia solo oggi, proprio in prossimità del Natale, così da mettere in guardia tutte le donne: indossare dei tacchi alti e scomodi per intere serate può avere delle conseguenze devastanti.