I leggings sono alcuni dei capi di abbigliamento più amati dalle donne. Sono comodi, alla moda, confortevoli e soprattutto fanno impazzire gli uomini. Ormai ne esistono di ogni modello e fantasia e, se abbinati con gli indumenti giusti, possono diventare estremamente eleganti e femminili. Purtroppo, però, sono arrivate delle brutte notizie per tutte quelle che non possono farne a meno nella loro quotidianità.

Secondo una ricerca condotta da Josh Zeichner, dottore di dermatologia presso il Mt. Sinai Hospital di New York, i leggings, così come anche gli skinny jeans, provocherebbero gravi problemi alla salute poiché sarebbero capaci di causare infezioni da lieviti, tigna inguinale e forti irritazioni cutanee. Il motivo? Sono realizzati quasi sempre con un mix di lycra e spandex, due tessuti che mantengono la pelle calda ed umida, cosa che favorisce la proliferazione di batteri e quindi delle infezioni. Il rischio si amplifica sopratutto quando si suda molto o semplicemente quando i leggings vengono tenuti per intere giornate. Nonostante ciò, il dottor Josh Zeichner non consiglia di eliminare i tanto amati pantaloni aderenti dal proprio armadio, ma piuttosto di portarli solo per dei periodi di tempo limitati.

Per il futuro, spera che i leggings vengano finalmente realizzati con tessuti più traspiranti, così da evitare che si manifestino ancora dei sintomi tanto fastidiosi. Le donne che amano i leggings e che li indossano per andare a lavoro, in palestra o a fare la spesa sono avvisate: meglio lasciarli da parte per un po’ ed optare per dei normali pantaloni, a meno che non si voglia avere a che fare con dei problemi vaginali.