7 Marzo 2018
15:02

Attacco con l’acido: cosa fare e non fare per dare un primo soccorso alle vittime

Gli attacchi con l’acido stanno diventando sempre più frequenti e, nonostante esistano diverse iniziative per combattere ogni forma di violenza sulle donne, la situazione sta diventando fuori controllo. Chiunque si trovi a soccorrere una vittima può fare qualcosa per aiutarla nell’attesa che arrivino medici e ambulanze: ecco le cose da fare e da non fare.
A cura di V. P.

I casi di violenza sulle donne aumentano giorno dopo giorno nonostante le denunce, tanto che la situazione sta diventando fuori ogni controllo. Anche se esistono diverse iniziative per sensibilizzare l'opinione pubblica e portare l'attenzione su un problema spesso sottovalutato, alcune rappresentanti del sesso femminile continuano a essere vittime della follia maschile. Alcune di loro diventano addirittura protagoniste di terribili attacchi con l'acido, che lasciano il loro viso e il loro corpo sfregiato pre sempre. Visto il picco di queste drammatiche forme di aggressioni, i medici del servizio sanitario britannico, primo tra tutti Adrian Boyle, portavoce del Royal College of Emergency Medicine, hanno deciso di spiegare tutto quello che bisogna se ci si ritrova a soccorrere una vittima pochi minuti dopo l'attacco.

Come bisogna trattare le ustioni da acido prima dell'arrivo dei soccorsi?

Chiunque si ritrovi a soccorrere una vittima di un attacco con l'acido può fare qualcosa per soccorrerla prima che arrivino i medici e le ambulanze. E' necessario gettare dell'acqua fresca sulla zona ustionata il prima possibile, così da diluire l'acido, evitando di usare dei panni di stoffa. Nel caso in cui la sostanza acida è in polvere, bisogna spazzarla via utilizzando un indumento e non servirsi dell'acqua, che potrebbe provocare una terribile reazione. E' inoltre fondamentale non passare le proprie mani sul prodotto, a volte così corrosivo da creare delle bruciature fin dal primo contatto. Tutti i vestiti e i gioielli che sono stati bagnati dall'acido devono essere rimossi e la zona ustionata deve essere avvolta in una garza sterilizzata, capace di prevenire la contaminazione della ferita.

Le cose da non fare in caso di un attacco con  l'acido

Esistono inoltre anche cose da non fare assolutamente quando si danno i primi soccorsi a una persona attaccata con l'acido poiché non fanno altro che peggiorare la situazione, rendendo il dolore davvero terribile. Secondo il luogo comune, il latte riesce ad avere degli effetti positivi sulle unioni ma, nel caso in cui queste ultime sono state provocate da acidi, non bisogna assolutamente usarlo poiché provoca una reazione esotermica, aumentando il calore e causando più danni. E' necessario, invece, usare della semplice acqua corrente fino all'arrivo dei soccorsi. Il consiglio è quello di non improvvisarsi esperti, non mettere in pratica dei rimedi fai da te e chiamare il prima possibile un'ambulanza, così da affidarsi a dei medici esperti.

Il fondotinta che resiste agli attacchi con l'acido: funziona come una barriera contro le ustioni
Il fondotinta che resiste agli attacchi con l'acido: funziona come una barriera contro le ustioni
Pride, l'importanza di chiedere aiuto: cosa fare in caso di violenza o discriminazioni
Pride, l'importanza di chiedere aiuto: cosa fare in caso di violenza o discriminazioni
Punture di ape: cosa fare subito, rimedi naturali e come prevenirle
Punture di ape: cosa fare subito, rimedi naturali e come prevenirle
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni