La maggior parte dei prodotti alimentari che troviamo in commercio nei supermercati riportano una precisa data di scadenza, ma non sempre è totalmente affidabile. Basta conservare quel cibo in modo scorretto o lasciarlo per qualche minuto di troppo al sole per farlo andare a male prima del previsto.

C’è chi se ne accorge con una semplice annusata e chi invece ha bisogno di una degustazione, certo è che non è piacevole assaggiare o odorare un alimento che ha perso la sua freschezza e che ormai non può essere più consumato, a meno che non si voglia andare incontro a dei problemi di digestione. Per tutti quelli che vogliono salvare le proprie papille gustative dal sapore aspro di questi prodotti arriva la soluzione ideale. Si tratta di un vero e proprio tappo intelligente dotato di circuiti elettrici che misurano i cambiamenti batterici che avvengono nella bevanda e che comunicano attraverso un’app sullo smartphone quando il latte o il succo di frutta stanno andando a male.

Sono stati progettati dai ricercatori della University of California a Berkley e della National Chiao Tung University di Taiwan, che hanno pubblicato il loro studio sulla rivista Nature.com, e si servono di una particolare tecnologia risonante in 3D per rilevare la qualità del liquido all’interno della bottiglia. Questo metodo si rivelerà sicuramente utile per tutte le casalinghe che vogliono testare le bevande prima di acquistarle ed evitare spiacevoli e disgustosi imprevisti a tavola. Per ora i “tappi intelligenti” sono solo in fase di progettazione e non si sa quando cominceranno ad essere venduti sul mercato, ma di certo riuscirebbero ad avere un discreto successo.