Armani contro Prada: "Per rilanciare la moda torni a Milano"

Qualche giorno fa Patrizio Bertelli, patron di Prada e nuovo vice presidente esecutivo della Camera nazionale della moda italiana, aveva invitato nomi illustri come Armani e Dolce&Gabbana ad entrare a far parte della CNMI, l'ente che organizza le sfilate milanesi. Bertelli ha esortato i colleghi in modo che tutti i marchi italiani potessero unirsi per far fronte  alle difficoltà attuali e creare un sistema solido da contrapporre alle altre capitali della moda.

Oggi Armani risponde affermando che entrerà a far parte dell'associazione solo se tutti i marchi italiani sfileranno a Milano. Secondo Re Giorgio troppe maison nostrane sfilano in altre città o sono presenti durante le fashion week con semplici party e presentazioni. Armani ricorda alla CNMI di essere stato sempre disponibile a sfilare nell'ultimo giorno per evitare che la stampa abbandonasse Milano in anticipo per recarsi a Parigi. Ora chiede ad altri marchi, come Valentino e Miu Miu, di tornare in Italia, poichè solo questa è la soluzione per rendere forte il sistema moda italiano.