Ha solo quattro anni e da sempre sogna di essere una "flower girl", una damigella, colei che in un matrimonio precede la sposa spargendo petali di rosa in terra o portando tra le mani un candido bouquet. La settimana scorsa quel sogno si è avverato dopo che la piccola si è presentata, con indosso il suo miglior vestito e con un buffo e dolcissimo cartello tra le mani, presso gli uffici del Municipio di Manhattan facendo la sua richiesta alle coppie che stavano per sposarsi.

La bimba si chiama Annabelle Earl e da molto tempo aveva il desiderio di partecipare ad un matrimonio come "flower girl". Sognava di accompagnare una sposa all'altare  con indosso un bel vestito e una corona di fiori. Purtroppo nessuno della sua famiglia o degli amici dei suoi genitori stava per sposarsi, così la bimba ha avuto l'idea di recarsi con sua madre dinanzi al Municipio della città per "intercettare" le coppie in procinto di sposarsi.

Annabelle ha indossato il suo abito più elegante, un vestitino bianco decorato da roselline rosa, ed è andata con sua mamma al Municipio. Una volta raggiunto il luogo ha sostato dinanzi all'ingresso mantenendo tra mani un cartello con su scritto "Posso essere la tua flower girl?". La mamma racconta che sono rimaste in silenzio per alcune ore, inizialmente nessuna sposa arrivava, poi è apparsa una coppia che però ha rifiutato la richiesta di Annabelle, ma alla fine la piccola ci è riuscita: un'altra coppia ha visto il cartello della bimba e le ha permesso di partecipare alla cerimonia. Annabelle non era nella pelle, ha preceduto la sposa e le è rimasta al fianco tenendole il bouquet. Il suo dolce desiderio si è avverato.