Una delle domande più vecchie al mondo, a cui nessuno ha mai saputo dare risposta è: esiste l’amicizia tra uomo e donna? C’è chi ci crede fermamente e chi invece ritiene che i due sessi opposti siano fatti per attrarsi sessualmente. Uno studio, pubblicato sulla rivista Evolutionary Psychology e condotto da Mons Bedixen, esperto del Dipartimento di Psicologia della Norwegian University of Science and Technology di Trondheim, ha dimostrato che uomo e donna non possono essere amici. Sono stati presi in esame 308 studenti laureandi e gli sono state poste una serie di domande sul modo in cui ci si rapporta all’altro sesso. Il risultato che ne è emerso ha dimostrato che il più delle volte ci sono dei fraintendimenti tra maschi e femmine poiché gli uomini tenderebbero ad interpretare come provocazioni sessuali anche gli atteggiamenti amichevoli delle donne.

Nel corso dello scorso anno, ogni donna in media è stata fraintesa almeno 3,4 volte dai suoi amici maschi. Gli uomini quindi hanno la tendenza a sopravvalutare i segnali sessuali e il motivo sta nel processo evolutivo. L’uomo infatti, per una questione di selezione naturale, tende a scegliere il proprio partner in base all’attrazione sessuale poiché riprodursi è il suo obiettivo primario. Diversa è invece la mentalità femminile poiché la gravidanza comporta una serie di responsabilità maggiori per la donna, come prendersi cura del bambino e rinunciare all’opportunità di riprodursi con altri uomini. Per questo motivo, il sesso femminile è portato naturalmente a pensarci su prima di avere un rapporto sessuale con un uomo. “Anche se questi processi non sono consapevoli nella pratica, possiamo ancora vederne il risultato. Una donna che ride alle tue battute, ti sta vicina o tocca il tuo braccio a una festa non è necessariamente sessualmente interessata, anche se pensi sia così”, ha voluto chiarire Mons Bedixen, sottolineando l'importanza dell'evoluzione nei rapporti tra i sessi opposti.