Si chiama Amalie Lee, è una giovane studentessa di Stravanger, in Norvegia, e conta oltre 53mila seguaci su Instagram. Negli ultimi anni ha infatti utilizzato il suo profilo come un vero e proprio diario per combattere l’anoressia. E’ proprio grazie ai social se è riuscita ogni giorno a ricordare a se stessa che non è mai stata una ragazza malata. L’anoressia l’ha colpita 2 anni fa, quando voleva dimagrire a tutti i costi.

L’ossessione per il suo peso l’ha però portata ad ammalarsi, tanto che stava raggiungendo un punto senza ritorno. E’ proprio nel momento peggiore, quando la malattia stava cominciando a diventare invalidante, che ha deciso di dare una svolta alla sua vita."Non c'è stato un momento magico in cui ho avuto la rivelazione. Sono stati tanti piccoli segnali a farmi scegliere di guarire. Ogni attività quotidiane era diventata difficile e ho finito per isolarmi. Il pensiero di passare il resto della mia vita da sola alla fine è diventato più pauroso di quello di accettare di curarmi", ha scritto Amalie nella didascalia di una foto condivisa sul suo profilo.

E’ proprio sui social che ha mostrato le tappe del suo recupero fisico e i cibi consumati ogni giorno, testimoniando il viaggio verso il ritrovamento di se stessa. La sua speranza è quella di aiutare tutte le persone che come lei si ritrovano alle prese con la malattia. L’obiettivo è dimostrare che si può guarire e che bisogna ritornare ad avere il controllo di se stessi e della propria identità. Oggi, Amalie mostra finalmente un volto radioso, ce l’ha fatta e ci è riuscita solo grazie alle sue forze.