Negli ultimi tempi sono sempre di più le future mamme che, appassionate di fitness, continuano ad allenarsi anche durante la gravidanza. Se fino a qualche tempo fa si credeva che l'attività fisica avrebbe potuto mettere in pericolo il bambino, ora questi miti sono stati sfatati. Secondo una recente ricerca, fare sport in dolce attesa, soprattutto quando si hanno problemi di soprappeso, ridurrebbe il rischio diabete sia nella mamma che nel bambino, a patto che si chieda prima un consulto medico e che non si esageri.

Gli effetti dello sport sul corpo di una donna incinta

Secondo una ricerca condotta presso l'Università di Cambridge e pubblicata sulla rivista Physiological Reports, praticare esercizio fisico durante la gravidanza fa bene sia alla mamma che al bambino, soprattutto quando si ha qualche chilo di troppo. Le uniche regole da rispettare? Fare tutto sotto controllo medico e non sforzarsi troppo. Una donna incinta che si tiene in forma in un momento delicato come la dolce attesa riesce a ridurre al minimo il rischio obesità, anche se è necessario che intraprenda questo stile di vita sano fin da quando sta cominciando a pianificare la nascita di un figlio, così da abituare gradualmente il suo corpo al cambiamento. Nel caso in cui fosse in sovrappeso, lo sport, migliorando il suo metabolismo e abbassando i livelli di zucchero nel sangue, fa sì che il piccolo che porta in grembo non sviluppi malattie metaboliche come il diabete di tipo 2. Il motivo? L'esercizio modifica il modo in cui molecole e cellule all'interno dei tessuti comunicano, abbattendo con più facilità i grassi assunti. Secondo i ricercatori, però, sarebbe bene non seguire nessuna dieta dimagrante in contemporanea, a meno che non sia stato un medico specialista a consigliarla.