Alessia Merz è tra le donne dello spettacolo italiano che hanno letteralmente spopolato negli anni '90. Ha debuttato a "Non è la Rai", distinguendosi per i suoi profondi occhi verdi e il suo sorriso smagliante, e da allora non ha mai smesso di avere successo. Oggi ha 46 anni ma, nonostante il tempo che passa, continua a essere un'indiscussa icona di bellezza. Intervistata da Barbara D'Urso a "Domenica Live", è tornata a parlare degli esordi, dalla forte rivalità con le altre ragazze del programma di Gianni Boncompagni, definite tutte "ienette", alla "moda" delle coppie velina-calciatore lanciata proprio da lei.

Da Non è la Rai a Striscia La Notizia

Alessia Merz è nata nel 1974 e, dopo aver provato a sfondare con i fotoromanzi, ha raggiunto il successo sul palco di "Non è la Rai", diventando presto una delle ragazze più amate di tutte le edizioni.

Come rivelato a Barbara D'Urso, non è stato semplice rapportarsi alle giovani colleghe, all'epoca la rivalità era alle stelle, solo quelle dotate di grande autostima riuscivano a "sopravvivere". Alessia, però, ha sempre dato prova di grande talento e negli anni successivi è riuscita a diventare velina di Striscia La Notizia insieme a Cristina Quaranta, consacrando la sua carriera televisiva.

L'addio alla tv per amore dei figli

Nel 2006 ha sposato il calciatore Fabio Bazzani, dal quale ha avuto due figli, Niccolò e Martina, e negli ultimi anni, dopo aver lavorato come attrice, conduttrice, modella, ha deciso di abbandonare la televisione, anche se in caso di una buona proposta non si tirerebbe indietro.

Il motivo della scelta tanto drastica? Lo ha fatto per amore di sua figlia e non se ne pente affatto, per lei è avvenuto tutto spontaneamente. Il dettaglio che nel corso degli anni non è cambiato è che continua a vantare una bellezza mozzafiato. Certo, sul viso è comparso qualche segno del tempo, ma è impossibile non rimanere stregati dai suoi profondi e penetranti occhi verdi.