Dopo aver vissuto nel suo corpo da uomo per tre anni, AJ Kearns ha deciso di fermare temporaneamente le cure ormonali che avrebbero portato al termine la sua transizione. Il motivo? Poter partorire.

Dopo una difficile gravidanza AJ ha deciso di riprovarci e per poter portare a termine la gravidanza AJ ha deciso di interrompere per alcuni mesi le cure e i trattamenti che il medico gli aveva prescritto, al fine di terminare la sua transizione in uomo. La scelta di avere un bambino del corpo di un uomo non è certo stata facile, soprattutto per paura che gli altri lo giudicassero. Prima di confessare allo psicologo la sua situazione infatti, AJ temeva che il medico non avrebbe compreso affatto la sua volontà, non lo avrebbe più considerato come un uomo e avrebbe messo in dubbio la sua volontà di cambiare sesso.

L'uomo ha raccontato la sua storia ad Australian Story: "Molto probabilmente la mia più grande paura è che i miei figli debbano sperimentare il peso dell'ignoranza della gente…Penso che fino a quando il bambino sa che è profondamente amato, sa di fare parte di una famiglia. Il fatto che io ho la mia storia e che abbia cambiato sesso, non mi rende un cattivo genitore". Di certo la storia non è passata inosservata, e AJ lo sa bene: "Mi rendo conto che la mia storia può sembrare complicata e confusionale dall'esterno, ma io la vedo come una cosa semplice. Il mio corpo è stato benedetto con la capacità di dare la vita, e non vedo perché non dovrei farlo".  Una volta portata a termine la gravidanza, dopo sei mesi dal parto di un bellissimo e sano bambino, AJ ha ricominciato le sue cure.