Adidas, il noto brand sportivo di origine tedesca, è sempre stato contraddistinto dalle tre strisce parallele stampate su tutti i suoi prodotti, dalle scarpe alle t-shirt, fino ad arrivare alle tute. Sono delle semplici linee equidistanti e di uguale grandezza, considerate ormai il simbolo dell'azienda, peccato solo che di recente si sia scoperto che non possono essere considerate un marchio registrato. Ecco qual è la notizia rilasciata nelle ultime ore dal Tribunale comunitario dell'Unione europea.

Adidas non ha proprietà intellettuale sul suo logo

Era il 2014 quando l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale (Euipo) aveva registrato il marchio Adidas, ovvero le tre strisce parallele, equidistanti e di uguale grandezza applicate sui prodotti in qualsiasi direzione. Due anni dopo, però, le cose sono cambiate a causa di una segnalazione dell'azienda belga Shoe branding europe Bvba, che aveva dovuto rinunciare al suo simbolo con le due strisce perché troppo simile a quello del brand sportivo. E' proprio in quell'occasione che l'Euipo è stato costretto a intervenire per la seconda volta, definendo il marchio Adidas "privo di qualsiasi carattere distintivo sia intrinseco sia acquisito in seguito all'uso". Oggi quella decisione è stata confermata anche dal Tribunale Ue che non ha voluto registrare quel marchio definito "figurativo ordinario". A questo punto l'azienda può appellarsi alla corte di giustizia europea, anche se raggiungere un risultato positivo sembra essere davvero difficile. Nel frattempo Adidas ha visto il suo titolo in borsa perdere moltissimo, passando da un valore di 273,3 euro a circa 270 euro.