Georgia McGrath è una ragazza di 18 anni, viene da Hull, nell’East Yorkshire, e nel 2012 ha cominciato la sua dura battaglia contro l’anoressia. Pesava 63 chili ma, dopoo essersi sentita presa di mira dai bulli che a scuola la chiamavano “grassa”, ha cominciato a dimagrire in modo preoccupante. Consumava solo 100 calorie al giorno, mangiava solo gallette di riso ed era diventata ossessionata dalla palestra e dalla forma fisica.

A lungo andare, è arrivata a soli 31 chili ed è stata anche ricoverata in ospedale per alcuni problemi di salute che le aveva causato quella assurda dieta. Ad agosto dello scorso anno, però, è accaduto qualcosa di terribile che le ha fatto capire che era arrivato il momento di dare una svolta alla sua vita. Stava saltando tra le braccia del suo fidanzato 25enne, Ashton Benton, quando ha finito per rompersi le costole. “Quando sono saltata tra le braccia di Ashton per un abbraccio, è cominciata l’agonia, ho cominciato ad urlare e riuscivo a malapena a respirare. Credevo che le osa avessero forato i polmoni. Le mie costole erano troppo fragili e sottili”, ha raccontato Georgia.

La sua famiglia si è sentita disperata di fronte a quelle terribile notizia poiché credeva che la ragazza non sarebbe mai riuscita a sconfiggere quel disturbo alimentare. Oggi, invece, ha deciso di reagire e lentamente sta tornando ad un peso sano. Presto ritornerà all’università e alle sue attività quotidiane e non può fare a meno di ringraziare i genitori e il fidanzato che l’hanno sempre sostenuta in questo difficile percorso.