La maggior parte delle madri porta per sempre nel cuore il ricordo del primo momento in cui tiene tra le braccia il proprio bambino. Per Jody Robson, però, non è così. A causa di una malattia neurologica rara, la 24enne non ha alcun ricordo della nascita del figlio perché si trovava in un vero e proprio stato di trance. La ragazza molto probabilmente è affetta dalla sindrome di Kleine Levin, conosciuta anche come sindrome della bella addormentata, che porta le persone a dormire per giorni o settimane.

Durante i  lunghi periodi di sonno ci si sveglia per andare in bagno e per mangiare e ci si sente come in un sogno, come se fosse una sorta di sonnambulismo. I ricordi delle cose accadute infatti svaniscono presto senza lasciare traccia. E’ stato proprio durante una crisi simile che Jody ha dato alla luce il figlio Harley con un parto naturale. Al risveglio, dopo 2 settimane, non ricordava nulla di quanto accaduto. “Chiudo gli occhi per un attimo e mi risveglio due o tre settimane dopo. Mi sono persa le mie vacanze, il 18esimo compleanno di mia sorella ed anche il parto”, ha spiegato la donna.

La cosa la rende particolarmente triste, considerando il fatto che il parto è uno dei momenti più belli della vita. Per il futuro, spera di trovare una cura efficace per questa sua patologia, anche se per il momento non esiste alcun trattamento per far passare tutti i sintomi. Il disturbo del sonno è qualcosa di tremendo, capace di avere degli effetti devastanti sulla propria vita: Jody, dopo aver dato alla luce suo figlio senza accorgersene, lo ha capito bene e vuole che non accada mai più.