Gemma Hilton ha 34 anni, viene da Liverpool ed è una mamma single di 3 bambini. Qualche settimana fa, una semplice uscita si è trasformata in un incubo. Stava aspettando un amico fuori un bar della sua città quando improvvisamente è stata attaccata da una sconosciuta con un bicchiere di vetro rotto. E’ stata portata subito al Liverpool Royal Hospital e qui è stata sottoposta ad un’operazione chirurgica per riparare i danni che aveva subito al viso.

Le sono stati dati 50 punti di sutura per chiudere gli enormi tagli che aveva sulle guance ed ha trascorso 3 giorni ricoverata in ospedale. “Questa donna si è avvicinata a me, sembrava un po’ strana, ma io l’ho ignorata. Poco dopo mi ha sussurrato qualcosa all’orecchio e mi ha colpito”, ha spiegato Gemma. Le cicatrici che porta sul volto sono così terribili che i suoi figli hanno paura di lei e si nascondono nel guardaroba pur di evitare di guardarla. La cosa le genera non pochi disagi e dispiaceri, visto che i bimbi sono la cosa più bella della sua vita.

Oggi, ha paura di uscire di casa da sola, non riesce a sorridere senza provare dei dolori lancinanti ed ha la parte sinistra del viso intorpidita. I medici le hanno consigliato di sottoporsi ad un nuovo intervento tra 18 mesi, ma non escludono che le cicatrici possano non andar via. Ha condiviso le foto delle sue ferite per lanciare un appello a tutti i baristi. Spera che capiscano che è necessario servire le bevande in bicchieri di plastica dopo la mezzanotte. Solo in questo modo si potranno evitare altre tragedie come quella che l’ha vista come protagonista.