Katy Jackson è una donna di 44 anni, viene da Peterborough e fin da quando era solo una 25enne ha cominciato a soffrire di psoriasi. La malattia infiammatoria cronica della pelle ha reso il suo viso gonfio e arrossato e la situazione è peggiorata nel 2014 quando ha affrontato un periodo particolarmente stressante, visto che il padre è stato sottoposto a un bypass triplo al cuore per alcuni gravi problemi di salute.

Per tentare di attenuare il rossore ha sempre usato un unguento a base di steroidi ma con il passare degli anni ha capito di essere diventata dipendente. A questo punto, ha provato a smettere di applicarlo sul viso, in maniera tale da "disintossicarsi", e la psoriasi si è acutizzata. La pelle del volto è diventata ancora più infiammata, tanto che aveva vergogna di uscire di casa e che preferiva rimanere a letto a riposare. "Mi svegliavo gonfia, sembrava che qualcuno mi avesse picchiato, a volte non riuscivo neppure a mangiare perché la pelle mi cadeva dalle labbra e qualsiasi cosa la toccasse mi bruciava", ha raccontato Katy, che nei periodi peggiori non era capace di muovere i muscoli del viso senza provare dolore.

Addirittura molte persone le chiedevano se si fosse ustionata durante un incendio. Gli ultimi anni della sua vita sono stati un vero e proprio inferno ma per fortuna sta migliorando. La psoriasi sta guarendo naturalmente, ha finalmente la pelle più chiara e consiglia a tutti quelli che si trovano nelle sue stesse condizioni di sospendere l'uso delle creme a base di steroidi. Anche se nel primo periodo la situazione potrebbe sembrare drammatica, con il passare del tempo si noteranno degli incredibili cambiamenti.