Nicole Dobbie ha 28 anni, viene da Selkirk, in Scozia, ed ha il corpo ricoperto di tatuaggi. Sotto i disegni più svariati, però, nasconde innumerevoli cicatrici e ferite. La donna infatti soffre di dermatillomania, un disturbo psicologico che porta una persona a non riuscire a controllare gli impulsi. Nicole non riesce a smettere di grattarsi ed ogni volta arriva addirittura a sanguinare.

All’inizio del mese, ha così deciso di prendere una decisione drastica. Ha cominciato a tatuarsi, così da coprire quegli imbarazzanti segni della malattia. Dopo la comparsa di questa rara patologia, la donna ha cominciato anche a soffrire d’ansia, tanto che i medici le hanno fatto prendere anche dei farmaci per farla rilassare. I tatuaggi sono un modo per prendere di nuovo possesso del suo corpo. Per ora ne ha 27, ma già ne ha in programma altri. Nicole passa la maggior parte del tempo a casa, ma ha sempre avuto il sostegno del marito James e dei suoi genitori.

Per lei non è stato facile convivere con questo disturbo ossessivo-compulsivo, ha infatti dichiarato: “Non scelgo di fare queste cose, è un impulso che non riesco a controllare. E’ completamente diverso dall’autolesionismo. Per fortuna sono circondata da persone che mi aiutano e che non vogliono che prenda dei farmaci”. I momenti peggiori sono quelli in cui comincia a grattarsi durante la notte. A volte si è provocata addirittura delle piaghe. Per il futuro, spera che i tatuaggi le diano la forza di reagire e di ritrovare fiducia in se stessa. Ora finalmente potrà mettere in mostra il suo corpo senza vergognarsi delle cicatrici.