18 Dicembre 2018
10:38

A 51 anni diventa mamma per la prima volta, aveva la sindrome dell’ovaio policistico

Wendy Lewis è una donna di 51 anni e di recente è diventata mamma per la prima volta, nonostante l’età avanzata. Si è servita della fecondazione in vitro e lo scorso marzo ha scoperto di essere incinta. Il piccolo è nato prematuro ma oggi sta bene e passerà il suo promo Natale a casa.
A cura di Valeria Paglionico

Wendy Lewis è una donna di 51 anni, viene da Nottingham e, nonostante l'età avanzata, è diventata mamma di recente, coronando finalmente il suo sogno di essere genitore. Insieme al marito Andrew, di 50 anni, ha cominciato a provare ad avere un figlio nel 2013, ovvero l'anno successivo al primo incontro, ma ben presto ha scoperto di avere la sindrome dell'ovaio policistico. Si è rivolta dunque al servizio nazionale britannico ma quest'ultimo non sapeva come aiutarla, visto che finanziava la fecondazione in vitro solo per le donne fino ai 42 anni.

E' proprio perché non aveva alternativa che Wendy si è rivolta a un centro privato, dove le è stato detto che fino a 53 anni avrebbe avuto la possibilità di diventare mamma. Ha scoperto di essere incinta lo scorso marzo ma, una volta arrivata alla 29esima settimana di gravidanza, è stata portata in  ospedale per un parto cesareo d'emergenza. Il piccolo James è nato prematuro, non arrivava neppure a un chilo e, anche se si è ritrovato ad affrontare mille sfide fin dalla nascita, oggi sta bene.

"Ero così preoccupata, per tanto tempo ho pensato che non sarei mai diventata mamma. Tenere James tra le braccia è una sensazione incredibile, è la dimostrazione del fatto che i miracoli esistono", ha spiegato la neomamma. Oggi è felice di poter passare il primo Natale a casa con il figlio e consiglia a tutte le donne che sognano di crearsi una famiglia ma che non ci riescono di non smettere mai di provarci. Lei non ha perso la speranza e a 51 anni è riuscita a diventare mamma, realizzando il suo più grande desiderio.

Sindrome dell'ovaio policistico: la ginecologa spiega quali sono le cure giuste da seguire
Sindrome dell'ovaio policistico: la ginecologa spiega quali sono le cure giuste da seguire
La sindrome dell'ovaio policistico parte dal cervello, non dalle ovaie
La sindrome dell'ovaio policistico parte dal cervello, non dalle ovaie
A causa dell'ovaio policistico deve radersi 3 volte al giorno, la storia di Cheryl
A causa dell'ovaio policistico deve radersi 3 volte al giorno, la storia di Cheryl
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni