Si chiama Emily Dover, è una bambina di 5 anni, viene dal Nuovo Galles del Sud, in Australia, e la sua storia è assurda. Nonostante sia ancora piccolissima, ha già avuto il ciclo mestruale e le stanno addirittura comparendo i primi sintomi della menopausa. Aveva solo 2 anni quando ha cominciato a crescere in modo spropositato, tanto che le sono comparsi sia il seno che la peluria alle ascelle e al pube e da allora la situazione è stata in continuo declino. La piccola ha l'acne giovanile, un odore di sudore molto forte e tutti i sintomi che cominciano a manifestarsi durante l'età dello sviluppo.

Naturalmente i genitori sono sconvolti e non ci hanno pensato su due volte a portarla a un controllo medico e, dopo una serie di test, hanno avuto la diagnosi definitiva: la bimba è affetta dalla malattia di Addison, una forma primitiva di insufficienza corticosurrenale cronica, che colpisce la corteccia delle ghiandole surrenali, riducendo o azzerando la produzione di ormoni come il cortisolo e l'aldosterone. Solitamente compare dopo i 30 anni ma in rari casi può colpire anche i bambini, portando alla pubertà precoce.

Le cure ormonali a cui è stata sottoposta l'hanno portata ad avere i sintomi della menopausa. "Quando le è venuto il ciclo per la prima volta, aveva da poco imparato a usare il vasino: ha pensato di essersi fatta la cacca nelle mutandine. Le ho dovuto spiegare cosa le stesse succedendo’’, ha spiegato Tam Dover, la madre di Emily. La piccola è consapevole di essere diversa dalle altre, anche se non capisce al 100% quello che le sta succedendo.

Non di rado i compagni di classe la prendono in giro perché è la più grande ma la mamma e il papà fanno il possibile per non farla sentire intimorita. Oggi Emily pesa 45 chili, i genitori vorrebbero curarla ma non hanno il denaro necessario per i trattamenti. E' per questo che hanno lanciato una campagna di raccolta fondi su GoFundMe, così da raggiungere una somma sufficiente per migliorare la vita della bambina.