Sophie Thomlinson è una bambina di 3 anni, è nata con una paralisi cerebrale e non è mai stata in grado di camminare. E' sempre stata costretta su una sedia a rotelle, ma i medici le davano qualche speranza di guarigione. Per essere una bambina come tutte le altre si sarebbe potuta sottoporre ad un delicato intervento chirurgico che le avrebbe cambiato completamente la vita. Il servizio sanitario inglese si è però rifiutato di pagare quell’operazione da 60mila sterline.

Il motivo? Sophie non è stata considerata “abbastanza disabile” da poter ottenere quel finanziamento. Il mese scorso, la famiglia ha deciso di portarla negli Stati Uniti, all’ospedale pediatrico St Louis ed è proprio qui che lo scorso 11 agosto è stata sottoposta all’intervento che le ha cambiato la vita. E’ stata effettuata una procedura di rizotomia dorsale selettiva, cioè le sono stati tagliati alcuni nervi della colonna vertebrale per migliorare la circolazione nei muscoli delle gambe. Ora sta compiendo i suoi primi passi e sta imparando a camminare con le stampelle.

La madre Allison ha dichiarato: “Questo è un sogno che si avvera. E’ quello che abbiamo sempre desiderato per la nostra bambina fin dal giorno della sua nascita. Sembra qualcosa di magico. Sophie non era mai riuscita a muovere le dita dei piedi e dopo l'intervento ci è riuscita”. La piccola oggi è finalmente felice, ora può correre e giocare liberamente come tutte le sue coetanee. Si sente già eccitata al solo pensiero che l'anno prossimo sarà sicuramente capace di affrontare il primo giorno di scuola sulle sue gambe.