Sembrerà assurdo e insensato, ma è possibile vivere una gravidanza senza accorgersene fino al momento del parto. Esistono infatti sintomi tipici del concepimento che possono essere confusi con tutt’altro e che impediscono di pensare alla presenza di un bambino che cresce nel proprio utero. I più scettici ritengono che sia impossibile ignorare per mesi la nausea, l’assenza delle mestruazioni, i movimenti fetali e l’aumento del peso, ma in realtà si può arrivare davvero in modo inconsapevole al parto. Scopriamo quali sono i motivi che impediscono di riconoscere una gravidanza.

1. Perimenopausa – La perimenopausa è il periodo della vita femminile precedente alla menopausa, in cui gli ormoni sono in continuo mutamento. In caso di menopausa precoce, è possibile che le donne sperimentino una gravidanza a sorpresa.

2. Gravidanza negata – Le gravidanze negate sono quelle che vengono mentalmente rifiutate dalle future mamme, tanto che arrivano a non notare i sintomi. Il più delle volte finiscono per diventare delle gestazioni a rischio poiché vengono trascurate e prese sotto gamba.

3. Test di gravidanza negativo – Il test di gravidanza fatto tra le mura di casa non è infallibile e spesso può dare un risultato falso perché non viene fatto nel momento giusto della giornata. Durante la gravidanza ci sono molti sbalzi ormonali, soprattutto durante le prime settimane e bisogna ripeterlo più volte prima di avere la convinzione di non essere incinte. Per levarsi ogni dubbio, meglio optare per delle analisi del sangue.

4. Aumento del peso – Quando si è in sovrappeso, l’aumento di peso dovuto alla gravidanza non sempre viene riconosciuto. Il più delle volte lo si considererà un effetto dell’abuso di cibo.

5. Ciclo mestruale irregolare – La mancanza del ciclo mestruale è uno dei principali segnali della gravidanza. Normalmente, il ciclo compare 14 giorni dopo l’ovulazione ma chi ha delle irregolarità non dà particolare peso ai ritardi. E’ proprio per questo che spesso non riconoscono l’inizio di una gravidanza.

6. Spotting – Spesso all’inizio di una gravidanza ci sono delle perdite da impianto che non di rado vengono confuse con un ciclo vero e proprio. Esistono però dei metodi precisi per riconoscerle e per evitare di essere colte di sorpresa da una eventuale gestazione.

7. Complicazioni all’utero – Il cosiddetto “utero a forma di cuore” è costituito da due parti separate, entrambe efficaci. La gravidanza può dunque avvenire da un lato e nell’altra possono continuare a manifestarsi le mestruazioni. In casi come questi è particolarmente difficile riconoscere una gravidanza.

8. Endometriosi – L’endometriosi è una malattia cronica originata dalla presenza anomala del tessuto che riveste la parte interna dell’utero, cioè l’endometrio, in altri organi come ovaio, tube, vagina e intestino. Anche se è difficile rimanere incinte in presenza della patologia, può capitare di non riconoscere la gravidanza perché i sintomi di quest’ultima vengono confusi con quelli della malattia.

9. Stress – Spesso il motivo per cui non si riconosce una gravidanza è semplicemente lo stress. La mente è preoccupata per altre questioni e non riconosce i sintomi tipici del concepimento.