Quali sono gli alimenti dannosi per i gatti? I nostri piccoli amici a quattro zampe non possono mangiare tutto: spesso, infatti, pensiamo erroneamente che il nostro micio possa mangiare tutto quello che portiamo abitualmente sulle nostre tavole. Così come per i cani, anche per quanto riguarda i gatti ci sono dei cibi da evitare, in quanto potrebbero causare dei danni al loro organismo: cioccolato, latticini, aglio e cipolla e non solo. Meglio affidarsi quindi al veterinario, che vi aiuterà a valutare la giusta alimentazione per il vostro gatto con tutti i cibi consigliati per il suo benessere. Scopriamo allora quali sono gli alimenti da evitare o limitare per i nostri animali domestici, così da non andare incontro a spiacevoli conseguenze per la loro salute.

1.Il Cioccolato può essere tossico

Il cioccolato può essere pericoloso per i gatti soprattutto a causa della teobromina, una sostanza tossica per gli animali, in quanto non sono ingrado di digerirla. In caso di ingestione potrebbe provocare innalzamento della pressione, nausea, vomito ed eccessiva stimolazione del sistema nervoso centrale e della circolazione. Oltra al cioccolato, fate attenzione anche ai dolci: sono infatti ricchi di zucchero e potrebbero causare nel felino obesità e diabete.

2.Latte e latticini possono causare intolleranze e avere azione lassativa

Riguardo a latte e latticini, alcuni veterinari consigliano di non somministrarlo ai gatti, altri invece, lo sconsigliano solo in caso di intolleranza nello stesso felino. Alcuni gatti potrebbero infatti essere intolleranti al lattosio: evitate quindi di dare al gatto il latte che vaccino che consumiamo al mattino, in quanto è ricco di lattosio. In caso di intolleranza, il latte svolgerà un'azione lassativa, attirando acqua all'intestino: non solo le sostanze del latte non saranno assorbite, ma si ridurrà anche l'assorbimento delle altre sostanze nutritive.

3.Aglio e cipolla possono danneggiare i globuli rossi

L'aglio e la cipolla, oltre a tutte le piante del genere Allium, come scalogno, porro e erba cipollina, possono danneggiare i globuli rossi dei gatti, ma anche dei cani, causando anemia emolitica. Quando queste sostanze vengono ingerite e assorbite dall'intestino danneggiano i globuli rossi e ciò può condurre anche all'ittero. L'aglio ha poi un ulteriore effetto irritante, in quanto contiene delle molecole che sono dannose in quanto svolgono un'azione irritante sulle mucose dello stomaco. Fate quindi attenzione ai cibi pronti che possono contenere aglio o cipolla tra gli ingredienti: in caso di problemi non esitate a contattare il veterinario.

4.Uova crude possono causare problemi al pelo

Le uova crude, oltre ad aumentare nei gatti il rischio di salmonellosi, proprio come negli umani, un ulteriore problema potrebbe riguardare l'albume: contiene infatti dei batteri che causano un cattivo assorbimento della vitamina B, molto importante per i gatti. Si tratta di una carenza che potrebbe causare problemi al pelo e anche a livello cutaneo. Si può al massimo utilizzare il tuorlo, mescolato magari alla carne: chiedete sempre consiglio al veterinario in caso di dubbi.

5.Pesce crudo e tonno in scatola possono essere pericolosi

Il pesce crudo, così come la carne cruda, possono provocare nel gatto perdita di appetito, convulsioni, fino ad arrivare al coma. Anche il tonno in scatola, quello che consumiamo per noi, non dovrebbe essere somministrato ai nostri gatti in quanto può alterare la quantità di mercurio nel micio, inoltre il nostro tonno non ha tutti i nutrienti necessari che servono al gatto.

6.Uva e uvetta possono causare un'intossicazione

Uva e uvetta possono essere molto pericolose per il gatto, possono infatti causare un'intossicazione che ha come sintomi insufficienza renale, vomito e, nei casi più gravi anche il coma. Si tratta quindi di alimenti che agiscono in modo dannoso dui reni del gatto, per questo devono essere assolutamente evitati. Tra i frutti, anche l'avocado è considerato leggermente tossico: potrebbe causare vomito e diarrea nel micio.

7.Ossa e scarti possono causare problemi intestinali

Le ossa e gli scarti di grasso degli alimenti che consumiamo a tavola possono causare nel gatto problemi di stomaco, come vomito e diarrea. Inoltre, soprattutto le ossa piccoli, potrebbero creare ostruzioni delle vie respiratorie causando soffocamento o lacerazione dell'apparato digerente. Inoltre gli avanzi di carne, soprattutto il pezzo di pollo avanzato, potrebbe causare diarrea: il nostro modo di cucinarlo non è infatti salutare per il nostro gatto.

8.Alcolici e caffeina possono causare coma o stimolazione del sistema cardio respiratorio

Anche se l'alcool non è un alimento che solitamente si somministra al gatto, potrebbe però capitare che ne ingerisca alcune gocce, oppure che lo assimili da alimenti cucinati da noi, e che hanno subito un processo di marinatura. Gli alcolici possono avere sul cervello del gatto un effetto simile a quello che ha negli esseri umani: il gatto però è molto più piccolo, quindi ne basta una piccola quantità per creare grossi danni. Un cucchiaino di alcool potrebbe mandare il micio in coma. Se il gatto mangia tè o caffè in polvere le conseguenze possono essere davvero serie: provocheranno una stimolazione del sistema cardiovascolare e respiratorio. Alte dosi portano respiri e battiti irregolari, fino ad arricare alla fibrillazione cardiaca. Se il vostro gatto ingerisce questi alimenti bisognerà chiamare subito il veterinario.