Non esiste persona più saggia e amorevole della propria mamma e, anche se a volte il suo affetto viene messo sempre in secondo piano, organizzare qualcosa di carino per lei è il regalo più grande che le si possa fare. Perché dunque non pensare a un viaggio mamma-figlia, in pieno stile "Una mamma per amica", la serie tv che ritornerà su Netflix il prossimo 25 novembre? Tra visite ai musei, sessioni di shopping e intere giornate passate fianco a fianco, la cosa può trasformarsi in un'esperienza unica. Ecco i consigli per organizzare un viaggio mamma-figlia davvero unico.

1. Scegliere una location speciale per entrambe – Pianificare un viaggio non è così semplice come si potrebbe pensare, soprattutto quando viene fatto con la mamma. La cosa fondamentale è scegliere una location speciale per entrambe, una città a cui sia la figlia che la madre sono legate o un luogo che hanno sempre sognato di visitare. Insomma, confrontarsi sulla possibile meta è la prima cosa da fare per rendere tutto ancora più speciale.

2. Accettare i compromessi – Quando si organizza un viaggio con la mamma, è importante ricordare che non è più giovanissima e che probabilmente non ha la forza di affrontare ogni giorno delle avventure spericolate. E’ necessario dunque arrivare a dei compromessi, così da trasformare l’esperienza in qualcosa di davvero indimenticabile.

3. Fondere i desideri – Nel caso in cui i desideri di mamma e figlia sono davvero inconciliabili quando si parla di viaggi, è necessario “fondere” le idee provenienti da entrambi i lati. In che modo? Magari passando un paio di giorni in un hotel di lusso con tutti i comfort e i restanti dedicandosi a attività avventurose e spericolate. Così facendo, tutti saranno contenti.

4. Sfruttate al massimo il tempo passato insieme – Un viaggio madre-figlia è l’occasione giusta per conoscersi un po’ meglio e per rivelare dei segreti altrimenti inconfessabili. Sembrerà assurdo, ma passando intere giornate insieme aiuta a creare un’intimità molto profonda.

5. Prendersi delle pause di “solitudine” – Certo, organizzare un viaggio insieme significa accettare di dover stare fianco a fianco 24 ore su 24. A volte, però, è necessario “disintossicarsi”, prendendosi delle pause di solitudine. In questo modo, si scarica lo stress e si riesce ad affrontare tutto con incredibile serenità, anche gli inevitabili battibecchi.

6. Non fare troppi piani – Anche se è allettante stabilire un itinerario precisissimo che prevede la visita di tutti i musei e le gallerie d’arte, quando si fa un viaggio con la mamma è meglio non fare troppi piani. Quale donna riuscirebbe a resistere di fronte alla tentazione di fare shopping folle nei quartieri più glamour della città, mandando all'aria tutti gli impegni culturali?