Fin dalle prime settimane di vita, i neonati sembrano essere “allergici” al sonno e non riescono a dormire per più di un’ora di seguito. E’ proprio per questo che i neo-genitori non chiudono mai occhio e somigliano molto di più a degli zombie che a degli esseri umani. La speranza che il piccolo riesca a dormire per tutta la notte è poco realistica, il suo orologio biologico funziona diversamente da quello degli adulti poiché non conosce ancora la differenza tra il giorno e la notte. E’ solo con la crescita che si raggiunge una certa maturità nel sonno. Fino a quel momento, i genitori stremati possono però ricorrere ad una serie di trucchi per far addormentare rapidamente il bambino. Scopriamoli tutti.

1. Seguire uno schema fisso – Il bambino deve avvicinarsi al momento del riposo in modo rituale. Ogni giorno bisogna ripetere sempre lo stesso schema: bagnetto, pappa, ninna-nanna e culla. Solo seguendo una p recisa routine quotidianamente si avranno degli ottimi risultati a lungo termine.

2. Simolare i suoni dell’utero – Ripetere suoni strani come "Ssshhhh, ssssshhh" è essenziale per risvegliare i ricordi del piccolo e per farlo sentire come se fosse ancora nell’utero materno. E’ importante riprodurre il suono del sangue che scorre nell’aorta ad ogni battito cardiaco, magari servendosi anche di un phon o di un aspirapolvere,  per avere dei risultati sorprendenti.

3. Fasciarlo – I neonati per dormire rilassati hanno bisogno di sentirsi protetti. E’ necessario dunque fasciarli per farli crollare con rapidità. La fasciatura non deve essere troppo rigida o stretta ed aiuta il piccolo a superare il passaggio dal grembo materno al mondo esterno in cui si sente un po’ perso.

4. Metodo Oompa Loompa – Metodo Oompa Loompa – Questo metodo un po’ strambo ha spopolato sul web grazie ad un papà che ha mostrato gli incredibili effetti che aveva sulla sua bambina. Il segreto è oscillare lievemente il piccolo da destra a sinistra mentre si ripete “Oompa Loompa” continuamente. In pochi secondi, il bimbo cade tra le braccia di Morfeo.

5. Con un fazzoletto di carta – Se, dopo aver provato giochini, ninnananne e carillon, il piccolo non ne vuole sapere nulla di dormire, si può provare il tutto e per tutto con un semplice fazzoletto di carta. Basta sventolarlo sul viso del neonato per avere dei risultati incredibili. Il gesto riproduce una leggera carezza e in meno di un minuto il bimbo sarà nel mondo dei sogni.