Ognuno ha le sue abitudini quando si parla di quotidianità ma, di fronte a una festa o a un buon riposino, nessuno riuscirebbe a resistere. Nonostante ciò, ogni popolo ama dedicarsi a delle attività ben precise nel corso delle proprie giornate. Un sondaggio condotto dal sito Homify ha tentato di capire in che modo si spende il proprio tempo nelle diverse parti del mondo.

I risultati sono stati chiari: noi italiani passiamo 17 anni della nostra vita a dormire ma lavoriamo per 7 anni, molto più tempo di francesi, olandesi e inglesi, anche se non riusciamo a raggiungere il primato degli stacanovisti giapponesi, che passano ben 9 anni e mezzo in ufficio. Anche se, secondo gli stereotipi, siamo il popolo che si diverte di più al mondo, passiamo solo 2 anni della nostra vita tra feste e tempo libero, veniamo infatti superati dai turchi che si dedicano al divertimento per ben 4 anni. Gli italiani, però, si guadagnano il primo posto in fatto di pulizia personale e domestica, passando 2 anni a fare delle docce e 3 anni a lavare casa. I meno "profumati"?

I francesi: si lavano solo per 1 anno e 5 mesi. Per quanto riguarda l'attività fisica, i più atletici sono gli abitanti dei Paesi Bassi, che trascorrono 6 mesi della loro vita ad allenarsi in palestra tra tapis roulant e pesi. Infine, anche se abbiamo sempre pensato di essere i re della cucina, passiamo "solo" 2 anni della nostra vita tra i fornelli, veniamo battuti dai turchi, che si dedicano alla preparazione di ricette e manicaretti per 3 anni. I più sbrigativi sono invece i tedeschi che passano solo 1 anno e quattro mesi in cucina. Insomma, ogni popolo ha le sue abitudini ma noi italiani abbiamo un'ossessione maniacale per la pulizia: non riusciremmo a resistere per più di 24 ore senza fare una doccia e senza mettere in ordine casa.