Avere in casa un cucciolo e prendersi cura di lui è un’esperienza appagante e che arricchisce, soprattutto per un bambino che riesce ad imparare moltissime cose grazie all’affetto di un piccolo animale domestico. Un cane o un gattino possono diventare degli amici fedeli ed insostituibili, capaci di riempire le proprie giornate di dolcezza. Chi in casa ha sempre avuto un cucciolo sa bene cosa vuol dire avere un piccolo "amico" in giro per la casa, portarlo a spasso ogni giorno e farlo divertire. Anche se le sue marachelle non mancheranno, gli basta uno sguardo tenero per farsi perdonare. Ecco le 10 cose che solo le persone che sono cresciute con un cucciolo possono capire.

1. Con un cucciolo si crea un’intesa speciale – I bambini creano con i loro cuccioli un rapporto speciale e un’intesa profonda. Il motivo? La maggior parte degli animali domestici hanno degli atteggiamenti puerili, tanto che spesso gli adulti si stupiscono nell’osservare i propri figli piccoli mentre giocano serenamente con cani di grossa taglia proprio come se fossero due veri amici.

2. In compagnia del cucciolo non ci si sente mai soli – I cani, i gatti e tutti gli animali domestici sono molto più “umani” di quanto si crede. La loro fedeltà è incondizionata ed è proprio grazie a loro se i bambini imparano fin da piccoli il valore dell’affetto. Il loro cucciolo è sempre al loro fianco ed è capace di donare un gesto dolce nei momenti difficili, anche quando si rimane soli.

3. Un cucciolo rende altruisti – I bambini che crescono con un cucciolo in casa sono quelli che da grandi sono più responsabili ed altruisti. Il motivo? Fin da piccoli si occupano di qualcuno di più debole che deve essere difeso e protetto per tutta la sua vita. Non di rado si ritrovano a rinunciare ad un'uscita con gli amici o ad un pezzo del proprio cibo preferito per rimanere con il proprio cucciolo.

4. Con un cucciolo si impara a prendersi cura di qualcuno – Avere un cucciolo non è sempre facile. Tra i mille impegni della vita quotidiana bisogna trovare il tempo da dedicargli per farlo giocare, dargli da mangiare e portarlo a passeggio. Inoltre, non si può organizzare una vacanza senza prima aver pensato al proprio cucciolo.

5. Grazie al cucciolo si diventa coccoloni – Il rapporto con un animale, si sa, è fatto di carezze, giochi e cure e i bambini che crescono accanto ad un cucciolo sono quelli che non hanno paura di esprimere i propri sentimenti. Sono abituati alle grandi manifestazioni di affetto.

6. Con un cucciolo si è meno “schizzinosi” – Avere un cane o un altro cucciolo in casa significa essere sempre alle prese con peli e bisognini. I bimbi che hanno in casa un cane sono quelli meno “schizzinosi” poiché non hanno paura di sporcarsi o di concedere un super abbraccio al proprio cucciolo, anche quando è ricoperto di polvere o di fango.

7. Con un cucciolo si impara ad avere responsabilità – Prendersi cura di un animale domestico insegna ai bambini che a determinate azioni seguono delle conseguenze. Quando gli animali non sono curati abbastanza, soffrono; se non vengono lavati, emanano cattivi odori; se non vengono lasciati liberi, diventano nervosi. I bambini colgono immediatamente il loro disagio e capiscono che bisogna fare qualcosa per correre ai ripari.

8. Si entra in contatto con i grandi temi della vita – Un bimbo solitamente viene tenuto lontano da argomenti come la separazione e la morte. Chi ha avuto un cucciolo fin da piccolo impara prima dei suoi coetanei cosa vuol dire vivere un distacco doloroso.

9. Un cucciolo fa dimenticare i videogiochi – Regalare un cane o un cucciolo a un bambino è un buon metodo per farlo staccare dai videogiochi. Uscire di casa per farlo passeggiare e prendersi cura di lui diventa infatti la preoccupazione primaria del piccolo, che, di fronte al suo affetto incondizionato, comincia a dare più importanza ai rapporti reali piuttosto che a quelli virtuali.

10. Il cucciolo è il primo vero amico – Il cucciolo è il primo vero amico di ogni bambino e solo chi ne ha avuto uno può capire quanto sia sincero e profondo il rapporto che si viene a creare. Un animale domestico stimola infatti il bisogno del piccolo di dare e di ricevere affetto.