Lo zenzero (Zingiber Officinale Roscoe) è una pianta erbacea di origine orientale alta circa 90 cm, conosciuto anche con il nome inglese Ginger. La pianta è composta da un fusto sotterrato con rizoma ramificato da cui nascono i fusti vegetativi, ma è proprio il rizoma (che alcuni chiamano erroneamente radice) e non i germogli, ad avere proprietà benefiche ed è la parte che viene utilizzata in cucina e per la preparazione di tisane. Contiene olio essenziale, gingerina, zingerone, resine e mucillagini, che conferiscono al rizoma le sue proprietà medicinali. Viene utilizzato fresco o essiccato e ridotto in polvere.Tra i suoi innumerevoli benefici e proprietà terapeutiche aiuta a contrastare la nausea, favorisce la digestione e aiuta a dimagrire. Lo zenzero può quindi essere utilizzato sia come alimento che come rimedio di bellezza naturale.

SOMMARIO

Quali sono i benefici dello zenzero?
Dove si vende e come si usa in cucina lo zenzero
Controindicazioni dello zenzero

Quali sono i benefici dello zenzero?

Lo zenzero è ricco di acqua e contiene carboidrati, aminoacidi, proteine, sali minerali (calcio, fosforo, sodio, potassio, magnesio, ferro, manganese, zinco, rame, selenio), vitamine del gruppo B, oltre a vitamina C e vitamina E.

Benefici per lo stomaco: sono davvero tantissimi: aiuta a velocizzare i processi di digestione e, grazie al gingerolo contenuto all'interno, aiuta anche a combattere il gas in eccesso e elimina i bruciori di stomaco. È ottimo anche per contrastare la nausea da gravidanza, il mal d'auto e il mal di mare e per questo motivo è ideale anche per i bambini duranti i viaggi: prima di iniziare il viaggio è sufficiente masticare un pezzo di radice per placare la nausea.

Aiuta il sistema immunitario: viene utilizzato per prevenire e curare il raffreddore ma anche tosse, febbre e mal di gola. In caso di febbre e congestione nasale è utile aggiungere un po' di polvere di zenzero alla tisana abituale mentre, per alleviare mal di gola, si può mangiarne un pezzetto fresco appena avvertiamo il pizzicore.

Calmante e lenitivo: non tutti sanno che lo zenzero può essere utilizzato anche attraverso gli impacchi per calmare i dolori muscolari dovuti a strappi o cadute, o utilizzando l'olio essenziale di zenzero per massaggaire i muscoli anche dopo l'attività fisica. Viene anche usato  per lenire scottature, eruzioni cutanee e herpes: basterà inserire delle fettine di zenzero in un panno di cotone che posizionerete sulla parte superiore di una pentola per la cottura a vapore, lasciandoli per 10 minuti. Una volta che il panno è tiepido potrete applicarlo sul corpo lasciandolo in posa per 15 minuti circa.

Allevia il mal di testa: in particolare è adatto in caso di emicrania perché ha la capacità di bloccare l'infiammazione a livello dei vasi sanguigni. Vi sarà utile preparare una tisana allo zenzero, in caso di emicrania, per alleviarne il dolore.

Aiuta a dimagrire: viene utilizzato nelle diete dimagranti per il suo effetto termogenico, aiuta cioè a bruciare i grassi e attiva il metabolismo: basterà masticare un pezzetto di zenzero fresco più volte al giorno. Inoltre rende i tessuti più tonici perché aiuta la circolazione sanguigna e, contrastando i liquidi in eccesso, è considerato anche un ottimo drenante per combattere la cellulite. Assumetelo fresco o come di infuso per farlo agire più velocemente aggiungendo lo zenzero grattugiato alle vostre pietanze, oppure creando delle tisane tagliandolo a fettine e facendolo bollire.

Abbassa la pressione sanguigna: utile per curare l'ipertensione perché aiuta a rallentare l'’accumulo di piastrine e il formarsi dei coaguli che garantisce una maggiore fluidità del sangue.

Aiuta la flora intestinale: grazie al gingerolo e allo zingiberene, lo zenzero ha proprietà astringenti e aiuta a migliorare la flora batterica intestinale contrastando quei batteri dannosi che sono responsabili di diarrea, costipazione e stipsi. Inoltre aiuta a sgonfiare la pancia perché combatte flatulenza e meteorismo.

Dove si vende e come si usa in cucina lo zenzero.

Lo zenzero è ormai molto diffuso in Italia e viene venduto nei supermercati, soprattutto fresco, e nelle erboristerie sotto forma di olio essenziale, preparati a base di zenzero essiccato, compresse e pomate. In vendita troviamo sia lo zenzero grigio (cioè con la pelle) o lo zenzero bianco (senza pelle), quello più venduto è il grigio perché si conserva più a lungo. Tra quello fresco e quello in polvere non c'è differenza di gusto, la differenza è principalmente nel prezzo dato che quello fresco costa di più, circa 5 euro per 100 gr, ed è difficile da conservare a lungo, il modo migliore è metterlo in frigo avvolto in un panno umido o marinarlo. Quello in polvere, invece, costa 2 euro per 100 gr. e si conserva più a lungo, basta conservarlo in un luogo fresco e asciutto anche per diversi mesi. Per godere dei benefici dello zenzero basta masticare 1 o 2 gr. al giorno di rizoma fresco prima dei pasti o utilizzarlo nella preparazione delle nostre pietanze. In cucina viene usato fresco o in polvere per insaporire carni o ricette etniche ma anche in minestre, sughi, dando un tocco leggermente piccante e gustoso a tutti i piatti.

Tisana antinfiammatoria zenzero e curcuma.

Sia lo zenzero che la curcuma hanno spiccate proprietà antinfiammatorie per questi sono adatti per preparare una tisana per favorire la digestione e prevenire bruciori di stomaco ma anche per aumentare le difese immunitarie. Ciò che vi occorre è un cucchiaino di curcuma fresca grattugiata (da acquistare in erboristeria), un pezzetto di zenzero, una fetta di limone e miele per addolcire. Dopo aver fatto bollire l'acqua versate la curcuma e lo zenzero e fate cuocere per un quarto d'ora. Dopo filtrate il tutto con un colino e aggiungete la fetta di limone e il miele se volte addolcirla.

Acqua, limone e zenzero per una bevanda energizzante e dimagrante.

Questa bevanda aiuterà il vostro sistema immunitario e vi aiuterà a bruciare i grassi accellerando il metabolismo e a drenare i liquidi aiutandovi così a dimagrire e a combattere la cellulite. Anche la pelle ne beneficerà grazie al potere antiossidante della vitamina C che aiuta a contrastare i radicali liberi.

Per preparare questa bevanda dovete far bollire dell'acqua in un pentolino dove avrete già aggiunto lo zenzero grattugiato e, una volta raggiunta l'ebollizione, bisognerà coprire la pentola e lasciare riposare per 10 minuti. Dopo aggiungerete il succo di 2 limoni. È preferibile non zuccherarla e si può bere sia fredda che calda.

Controindicazioni dello zenzero.

Cosa succede al nostro corpo se si assume zenzero tutti i giorni? Lo zenzero, così come tutte le piante officinali, non deve essere usato per lunghi periodi e in dosi massicce altrimenti si rischia di avere l'effetto contrario a quello desiderato in quanto può portare fastidi allo stomaco, gonfiore e bruciore addominale e stitichezza. Quindi è bene non consumarne più di 2 gr. al giorno. Deve essere usato con cautela dai soggetti allergici perché potrebbe provocare rossore della pelle o eruzioni cutanee, anche se non devono preoccupare perché lo zenzero non è tossico. È consigliabile, per le donne in gravidanza, consultare il medico prima di utilizzare lo zenzero perché il gingerolo ha proprietà che stimolano la contrazione o la dilatazione dell'utero. Infine, dato che alcuni principi attivi dello zenzero agiscono su circolazione del sangue e cuore è consigliabile consultare il medico prima dell'uso soprattutto in soggetti che soffrono di ipo e ipertensione o patologie cardiache.