Il tè verde è una tipologia di tè composto da foglie di Camelia Sinensis, un arbusto sempreverde che può arrivare fino ai 2 metri di altezza coltivata principalmente in Oriente (Cina, Giappone e India). Il monaco giapponese Elisai diceva: “il tè è una medicina miracolosa per il mantenimento della salute. Ha inoltre il potere straordinario di allungare la vita”. Nella lavorazione del tè verde le foglie non vengono fatte fermentare, quindi non si ossidano, favorendo così la naturale conservazione del colore di appartenenza. Dopo la raccolta, le foglie destinate alla produzione dei tè verdi vengono sottoposte a calore per evitare che possano avviare il processo ossidativo, successivamente lavorate in varie forme e poi essiccate. Il processo di lavorazione è ciò che differenzia il tè verde dal tè nero, infatti provengono dalla stessa pianta ma, nel caso del tè nero le foglie vengono fatte fermentare. Il tè verde contiene il 50% in meno di caffeina rispetto a quello nero ma ha maggiori proprietà antiossidanti.

Proprietà benefiche del tè verde.

Il tè verde ha notevoli effetti benefici sulla nostra salute e sono evidenze che, negli ultimi anni, sono studiate dai ricercatori scientifici secondo i quali chi beve regolarmente tè verde corre minor rischi di avere tumori o malattie cardiache. Ecco quali sono i principali effetti del tè verde sulla nostra salute

Antiossidante: Il tè verde ha un grande potere antiossidante soprattutto grazie alle catechine, flavonoidi antiossidanti contenuti nel tè verde che aumentano l’effetto termogenico, rallentano l’invecchiamento cutaneo, prevengono l’insorgenza di malattie cardiovascolari (fanno quindi bene al cuore) e permettono di abbassare il rischio di ictus e regolano la pressione del sangue. È indicato per chi fa sport perché le sue proprietà antiossidanti aiutano la massa muscolare a riprendersi più velocemente dopo lo sforzo fisico.

Toccasana per lo stomaco: il tè verde favorisce il processo digestivo, rendendolo adatto a chi soffre di cattiva digestione, ritenzione idrica o reflusso e ha una leggera azione astringente. Per vedere dei risultati bisogna berne in grande quantità, almeno 3 o 5 tazze al giorno, lontano dai pasti e ciò senza problemi, dato che la concentrazione di teina è davvero limitata.

Previene i tumori: il tè verde aiuterebbe a prevenire i tumori di colon, vescica, ovaie, prostata, seno, pelle e stomaco, soprattutto grazie all'alto contenuto di polifenoli, potenti antiossidanti che impediscono alle cellule tumorali di proliferare.

Fa dimagrire: il tè verde ha proprietà dimagranti perché ricco di acido gallico, caffeina e teina e bisogna assumerne dalle due alle cinque tazze al giorno perché brucia i grassi e accelera il metabolismo grazie alla teobromina e alla teofilina che agiscono sulla mobilitazione dei grassi localizzati nel tessuto adiposo e riducono la ritenzione idrica. Inoltre è stato testato l'effetto del tè verde decaffeinato sulla diminuzione del girovita e del peso.

Previene il diabete: consumare regolarmente tè verde aiuta anche a prevenire il diabete, soprattutto grazie ad alcune catechine che rendono stabili i livelli di zucchero nel sangue e garantiscono un buon funzionamento del pancreas che regola i livelli di insulina nel sangue.

Azione lenitiva e antibatterica: il tè verde è utile soprattutto per combattere carie e problemi dentali, infatti, alcune sostanze contenute in esso, contrastano i batteri che attaccano il cavo orale.

Benefici per la pelle: il tè verde presenta notevoli benefici per la pelle soprattutto per eliminare l'acne, come antirughe perché contiene le vitamine B,C, E e betacarotene e, inoltre, grazie alle catechine ripara la pelle dai raggi solari prevenendo le macchie cutanee. Le sue proprietà diuretiche e depurative poi, sono importanti per chi combatte contro la cellulite e i suoi inestetismi: eliminando l'acqua in eccesso infatti, la pelle sarà più compatta e tonica. Oltre a questo, il tè verde ha tracce di manganese che rigenera il tessuto connettivo, ottimo per combattere la cellulite, e, inoltre, controlla il livello degli zuccheri nel sangue evitando squilibri ormonali.

Tipologie di tè verde.

  • Tè verde al mirtillo: migliora la memoria e ha, in generale, effetti benefici sul cervello soprattutto in età avanzata, oltre ad avere un grosso potere antiossidante e anti-infiammatorio. Infatti è ottimo per combattere emicranie.
  • Tè verde allo zenzero: libera le vie respiratorie, quindi è adatto per prevenire e curare il raffreddore. Inoltre apporta benefici ai dolori muscolari derivanti da attività sportiva e aiuta anche a lenire i dolori dell’apparato digerente.
  • Tè verde al peperoncino: la combinazione di questi due elementi avrà un effetto brucia grassi, inoltre riduce la sensazione di fame aiutando a perdere peso più in fretta e stimola il metabolismo.
  • Tè verde giapponese (o tè verde matcha): a differenza del classico tè il tè verde matcha è caratterizzato da una consistenza polverosa e dal colore verde: al suo interno contiene ben 137 volte gli antiossidanti presenti in qualunque tè verde ed è quindi ottimo per combattere i segni del tempo e la comparsa delle rughe. Grazie al suo potere saziante è anche un ottimo alleato di chi è a dieta per tenere sotto controllo la fame ma il tè matcha è anche ottimo per proteggere la pelle dai danni causati dal sole grazie ai polifenoli che contiene, e stimola anche la digestione.
  • Tè verde cinese Gunpowder: questo tè si presenta sotto forma di foglia vere chiaro, arrotolata e dal gusto un po’ amarognolo. La caratteristica principale è data dalla forma di pallina che viene data alla foglie (da qui il nome polvere di pistola Gunpowder), e che si srotola durante l’infusione. Per il resto ha le stesse proprietà del tè verde, anche se il gunpowder è il tè verde più bevuto al mondo. In effetti però non esiste un tè verde “migliore” rispetto ad un altro, tutto dipende dal gusto personale.

Tè verde: effetti negativi e controindicazioni.

I principali effetti collaterali del tè verde sono dovuti alla caffeina che potrebbe causare mal di stomaco, insonnia, tachicardia e mal di testa, oltre a provocare effetti collaterali anche in persone che soffrono di ipertensione. Per evitare problemi dovuti all'assunzione eccessiva di caffeina, il consiglio è quello di non consumare più di 5 tazze di tè verde al giorno, oppure, di preferire il tè verde decaffeinato.

Chi soffre di alterazioni di tipo nervoso dovrebbe evitarne il consumo prima di andare a dormire. Inoltre, i tannini contenuti nel tè verde, riducono l'assorbimento di ferro ed è quindi consigliabile non consumare questa bevanda se si sta facendo uso di integratori a base di ferro.

Il tè verde è sconsigliato in gravidanza perché riduce l'effetto dell'acido folico, sostanza importante perché aiuta a diminuire il rischio di spina bifida e di parto prematuro e, se assunto in dosi elevate, potrebbe portare ad un aborto spontaneo.

Inoltre è consigliabile assumere gli estratti concentrati di tè verde non lontano dai pasti, perché l'alta concentrazione di catechine in essi contenuti, può avere rischi per la salute. Tra gli effetti collaterali potrebbero esserci anche casi di tossicità epatica in forma acuta.