Il tiglio (Tilia tomentosa) è un albero longevo e dalle grandi dimensioni appartenente alla famiglia delle Tiliaceae. I fiori e le foglie del tiglio sono molto utilizzate in fitoterapia grazie alla loro azione sedativa, ansiolitica e antispasmodica: sono utili soprattutto in caso di insonnia, ansia, stress, mal di testa, dolori addominali. Le sue proprietà calmanti sono benefiche anche per le vie respiratorie: un rimedio perfetto per adulti e bambini. Ma scopriamo di più sulle proprietà del tiglio e sui suoi utilizzi.

Proprietà e benefici del tiglio.

Tra i componenti che donano al tiglio le sue proprietà benefiche e terapeutiche troviamo: flavonoidi, tannini, oli essenziali, mucillagini e polifenoli, tutti principi attivi utili a curare diversi disturbi. Ma scopriamo nello specifico le sue proprietà.

Azione calmante: il tiglio è conosciuto soprattutto per le sue proprietà calmanti: svolge un'azione rilassante sul sistema nervoso utile in caso di ansia, stress, insonnia, tachicardia, mal di testa. Basta bere un infuso preparato con i fiori del tiglio per avvertire una sensazione di rilassamento immediato. L'ideale è consumare una tisana  al tiglio prima di andare a letto con l'aggiunta di un po' di miele, soprattutto in caso di agitazione e ansia.

Efficace in caso di tosse e raffreddore: il tiglio è una pianta indicata anche per la cura di tosse e raffreddore in quanto svolge un'azione emollienti, mucolitica e antinfiammatoria efficace soprattutto in caso di tosse grassa e catarro. Per un effetto calmante potete aggiungere un cucchiaino di miele di tiglio a un bicchiere di latte caldo aggiungendo anche un po' di aglio pestato.

Antinfluenzale e antipiretico: il tiglio è ricco di vitamina C, aiuta quindi a prevenire influenza e malanni di stagione, inoltre può essere utilizzato come antipiretico sotto forma di tisana: favorisce la sudorazione abbassando la temperatura corporea. La vitamina C aiuta anche a favorire l'assorbimento di ferro, oltre ad abbassare la pressione del sangue.

Utile per alleviare gli spasmi addominali: il tiglio è anche un ottimo antispasmodico utile soprattutto per chi soffre di intestino irritabile, inoltre aiuta a calmare i crampi dello stomaco e ha proprietà diuretiche.

Efficace contro i disturbi del fegato: il tiglio agisce anche come coleretico, aiuta cioè a regolarizzare la produzione di bile apportando benefici al fegato, un organo che spesso è messo a dura prova a causa di alimentazione sbagliata e stress e che potrebbe causare spasmi e problemi alla produzione di bile. Per questo tipo di disturbi viene utilizzata la corteccia o il miele di tiglio.

Cicatrizzante: in caso di piccole ferite è possibile eseguire dei cataplasmi utilizzando le foglie di tiglio che svolgono un'azione cicatrizzante.

Utile per la cura e la bellezza della pelle: dal punto di vista cosmetico l'infuso di tiglio può essere utilizzato come tonico per purificare e pulire la pelle del viso: aiuta a distendere le rughe e ad alleviare gli arrossamenti in caso di pelle sensibile. Il decotto di fiori è invece efficace in caso di eritema solare, scottature, dermatiti.

Come utilizzare il tiglio.

I fiori e le foglie di tiglio si utilizzano in fitoterapia per realizzare infusi e cataplasmi che svolgono principalmente un'azione sedativa e calmante utile anche per applicazioni topiche. La corteccia, assunta tramite clistere, può essere un ottimo rimedio contro la dissenteria. Ma vediamo come utilizzare il tiglio per uso interno o esterno per usufruire al meglio delle sue proprietà benefiche.

Uso interno per il trattamento di ansia, stress, insonnia e non solo.

Per calmare l'ansia e combattere l'insonnia, ma anche in caso di crampi e dolori allo stomaco, l'ideale è preparare un infuso di tiglio: versate un cucchiaio di foglie e fiori di tiglio in una tazza di acqua bollente, lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e bevete al momento del bisogno. È l'ideale prima di andare a dormire soprattutto se si soffre di insonnia, in quanto svolge un'azione sedativa e calmante. Può essere utilizzato però anche in caso di crampi, infiammazioni e dolori allo stomaco ed è utile per abbassare la febbre e per eliminare il gonfiore e la ritenzione idrica. L'infuso può essere utilizzato anche freddo per realizzare degli sciacqui della bocca per curare infiammazioni e afte, grazie alla sua azione cicatrizzante e disinfettante.

In caso di forte agitazione è possibile assumere il gemmoderivato di tiglio (Tillia Tormentosa) da acquistare sempre in erboristeria, che va diluito in acqua. Di solito di consiglia di assumere dalle 30 alle 60 gocce per 3 volte al giorno. Chiedete sempre consiglio all'erborista o al medico prima di assumerlo.

Uso esterno per il benessere e la bellezza.

Con i fiori di tiglio è possibile preparare un bagno rilassante: portate ad ebollizione 100 grammi di fiori di tiglio in 2 litri di acqua, lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e aggiungete all'acqua già pronta nella vasca da bagno.

Con i fiori di tiglio potete inoltre preparare un pediluvio, in caso di piedi stanchi: utilizzate lo stesso procedimento indicato per il bagno seguendo le stesse proporzioni per quel che riguarda l'utilizzo di acqua e fiori.

Potete poi realizzare degli impacchi per gli occhi per alleviare stanchezza, gonfiore e per ridurre borse e occhiaie: utilizzate delle garze imbevute con infuso di tiglio da applicare sugli occhi per almeno 10 minuti. Un rimedio utile anche in caso di occhi arrossati che bruciano, svolge infatti un'azione decongestionante e rinfrescante immediata.

Controindicazioni.

Il tiglio è sconsigliato alle donne in gravidanza e allattamento e in caso di cardiopatie. In soggetti molto sensibili potrebbe provocare dermatiti o reazioni allergiche. Se assunto in grandi quantità può avere effetto lassativo.