La Festa della Donna è la ricorrenza celebrata l’8 marzo per omaggiare il sesso femminile e tutti i traguardi raggiunti nel corso degli anni. Per molte, è l’occasione buona per lasciare i fidanzati a casa e per dedicare un po’ di tempo alle amiche. C’è chi opta per gli eventi culturali organizzati nella propria città e chi invece si concede una giornata di relax alle terme, l’importante è organizzare qualcosa “tutta al femminile”. Peccato solo che a volte non viene compreso il senso della festività e ci si lascia trascinare ad eventi di dubbio gusto. Ecco quali sono le cose da non fare assolutamente alla Festa della Donna.

1. Andare a vedere uno spogliarello – La cosa più trasse che si possa fare in occasione della Festa della Donna è andare a vedere uno spogliarello con le amiche. Più che di rappresentanti fiere ed orgogliose del sesso femminile sembra essere di fronte a delle zitelle disperate che non hanno mai visto un uomo senza maglietta.

2. Pretendere un regalo e le mimose dal partner – Tra i tanti impegni della vita quotidiana, gli uomini spesso dimenticano completamente la ricorrenza della Festa della Donna. E’ inutile dunque pretendere un regalo ed un mazzo di mimose dal partner: non è San Valentino.

3. Andare a ballare salsa con le amiche – Tra le cose peggiori che una donna possa fare l’8 marzo c’è anche andare a ballare salsa in compagnia delle amiche. Se da un lato si tratta di serate gratis per il sesso femminile, dall’altro attirano anche decine e decine di uomini disperati e alla ricerca di flirt e avventure.

4. Sfoggiare un look troppo sexy – La Festa della Donna non è Carnevale, né tantomeno l’occasione buona per sfoggiare un look supersexy con intimo in mostra. Meglio dunque vestirsi in modo normale, come se fosse una comunissima uscita, evitando di diventare un fenomeno da baraccone.

5. Fare le femministe incallite – Un’altra cosa insopportabile che molte donne fanno in occasione della loro festa è diventare improvvisamente delle femministe. Sono molte quelle che, sostenendo la parità dei due sessi, affermano di non avere nessuna intenzione di festeggiare, allo stesso tempo saranno le stesse che si commuoveranno di fronte ad un uomo che gli regala dei fasci di mimose.