Lavorare a maglia è una di quelle cose che abbiamo sempre associato alle nostre nonne ma negli ultimi anni sta tornando di moda. Non di rado, capita di incontrare ragazze e donne giovanissime che, per passare il tempo al parco, in pullman o in spiaggia, cominciano a "sferruzzare" con la lana, dando vita a creazioni uniche e originali. La cosa che in pochi sanno è che lavorare ai ferri non è solo un hobby ma anche un'attività particolarmente benefica per la salute.

Chi conduce uno stile di vita stressante, chi ha mille impegni ogni giorno, tanto da non avere neppure il tempo di pensare, farebbe bene a cominciare a farlo regolarmente. Il motivo? Fa bene alla propria mente. Si tratta infatti di un'attività caratterizzata da ripetizioni semplici, che permette di concentrarsi su una sola attività, di rilassarsi, di dimenticare le preoccupazioni quotidiane e di tenere in allenamento il cervello.

Non è un caso che il kinitting venga definito anche "yoga per la mente" e che venga consigliato alle persone che soffrono d'ansia. Per portare a termine il proprio lavoro bisogna concentrarsi su diversi elementi come la lunghezza dei filato, i punti, i giri e, facendo degli esercizi simili a quelli di matematica di base, si stimola la propria logica. Come se non bastasse, richiede pazienza, perseveranza, auto-disciplina, creatività e incentiva anche l'autostima. Una volta portato a termine il lavoro, infatti, la soddisfazione è incredibile. Insomma, a quanto pare sferruzzare a magli ha solo effetti positivi sulla mente: perché non cominciare a usarlo come metodo per combattere lo stress?