C’è chi non ride per evitare le rughe sul viso e chi preferisce mantenere una certa serietà, ma il sorriso e le risate fanno bene alla salute. Stimolano le endorfine, allontanano lo stress, tengono allenati i muscoli degli addominali e riossigenano i polmoni. Una risata particolarmente intensa, inoltre, attiva i dotti lacrimali e le ghiandole sudoripare, tanto che a volte il corpo sperimenta la gelotolepsi, cioè un fenomeno di perdita di forza muscolare.

I dati dei gelotologi infatti sono chiari: la risata è capace di farci sentire bene ed inoltre è un vero e proprio segno sociale tra gli esseri umani. A scatenarla è l’umorismo e quest’ultimo emerge quando c’è un'incongruenza tra le aspettative e la realtà, come avviene nelle barzellette ad esempio. Una volta che il nuovo modello sarà assimilato, però, non riuscirà più a sorprendere ed è proprio per questo che le battute fanno ridere solo la prima volta. Si dice inoltre che la comicità sia tutta una questione di tempi ed è la verità: la mente ha bisogno infatti di qualche istante per elaborare la configurazione e per trovare il lato divertente di una situazione narrata.

Secondo John Morreall, fondatore dell'International Society for Humor Studies, la risata ha anche un'origine biologica poiché è un modo per esprimere il sollievo in seguito a dei momenti di pericolo e le endorfine vengono prodotte una volta arrivati al termine di una situazione stressante. Inoltre, sono in molti quelli che hanno cercato di spiegare per quale motivo il solletico provochi delle risate così potenti e la risposta più credibile è che si tratti di un escamotage per difendere le aree vulnerabili del corpo. Tutte le persone che non amano ridere dovrebbero sapere infine che questa buona abitudine riduce la probabilità di ictus e abbassa i livelli di zucchero nel sangue nelle persone con diabete, perché non farlo più spesso?