Recenti ricerche avevano dimostrato che uomini e donne vedono il sesso in maniera completamente opposta, anche per quanto riguarda i tempi. Se da un lato gli uomini preferiscono farlo al mattino, le donne sono più passionali con l’arrivo della notte. Questa coppia ha capito bene quali sono gli effetti negativi sulla vita intima di questa incongruenza di orari. Helen Baker ha 45 anni, è una mamma a tempo pieno e vive con suo marito Tom, di 35 anni, a Sandwich, nel Kent, insieme ai suoi 3 figli.

Come tutte le coppie, anche loro vorrebbero fare sesso di frequente, ma purtroppo non ci riescono. Tom vorrebbe farlo di primo mattino, nel momento della giornata in cui si sente più rigenerato, ma la cosa risulta molto difficile dato che i figli si alzano sempre presto e sua moglie deve prepararli per andare a scuola. Dall’altro lato, Helen vorrebbe farlo la sera, ma il suo uomo è così stanco che spesso si addormenta sul divano. “Sono sempre io quella che scende a compromessi per fare l'amore. Mi rendo conto che abbiamo dei bambini piccoli e che non possiamo fare molto per la nostra vita intima ora come ora”, ha dichiarato Helen.

Una volta ogni due mesi, però, suo marito accontenta i suoi desideri e, dopo aver lasciato i bambini ai familiari, la porta fuori per interi week end. A volte, Helen utilizza anche delle “astuzie femminili” pur di andare a letto con il suo uomo: sa bene che è incapace di resistere e che non può fare a meno di soddisfarla. Alle coppie che non riescono a trovare il momento giusto per fare l’amore, la coppia consiglia di arrivare a dei compromessi, solo così si riuscirà a vivere il sesso in modo sano.