Il magazine danese "Cover" negli ultimi giorni è finito al centro delle polemiche per aver pubblicato in copertina una foto di una modella magrissima, senza forme, che indossa un vestito di lana. La protagonista dello scatto è Lulu Leika Ravn Liep ed è evidentemente anoressica. La reazione da parte degli utenti dei social network è stata immediata, tanto da aver dato vita all’hashtag #covergate. Malene Malling, direttrice del giornale danese, ha dichiarato: "Lavoro nel settore da dieci anni. Questa volta ho fatto un grosso errore e chiedo scusa. Quella foto non sarebbe dovuta essere mai pubblicata".

Le polemiche hanno fatto, però, il giro del web ed inevitabilmente hanno coinvolto anche il governo danese, che si è visto costretto ad intervenire, sottolineando l’importanza e la serietà di una malattia come l’anoressia, che non è solo un semplice disturbo alimentare, ma un problema di salute psicofisico, che porta spesso anche alla morte. Il ministro danese Benny Englebrecht ha infatti commentato l’accaduto dicendo: "Pensavo che l'industria della moda avesse capito che l'anoressia è un problema che va prese molto seriamente".

Due anni fa infatti i 19 direttori delle diverse edizioni di Vogue hanno firmato un “patto etico” per diffondere un nuovo ideale di bellezza, in modo da non vedere più in passerella dei corpi magrissimi e da dimostrare che un corpo sano e in salute è ugualmente bello e affascinante. Che si tratti di uno sbaglio o meno, è certo che la rivista "Cover" non ha rispettato questo provvedimento e forse non si è preoccupata del fatto che una ragazza in copertina potrebbe essere presa come un modello da imitare da milioni di ragazzine.