Si sa, un tacco alto è una delle cose più sensuali e femminili che esistano. Avere un piede curato è un’arma di seduzione per conquistare l’altro sesso, c’è chi  fa un tatuaggio sulla caviglia, chi preferisce mettere in mostra solo il collo del piede e chi decide di indossare un tacco 12. Le scarpe alte sono “croce e delizia” di ogni donna, sono capaci di farci sentire sexy e sicure di noi, ma allo stesso tempo sono una vera e propria tortura per i nostri piedi. Dolori, vesciche e distorsioni alle caviglie; i tacchi, a volte, possono essere addirittura pericolosi. Il 20% delle donne dichiara di tornare a casa a piedi nudi al termine di una serata in discoteca su un tacco 12.

I problemi ai piedi causati proprio dalle scarpe indossate colpirebbero il 70% delle donne, mentre solo il 30% degli uomini soffre dello stesso problema. Secondo una recente ricerca condotta durante il Congresso nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, negli ultimi anni, sono aumentati del 15% gli interventi alle caviglie e a provocarli sono i tacchi alti. Come fare, dunque, per evitare gli spiacevoli problemi ai piedi?

1. Non indossare i tacchi di mattina – Appena ci svegliamo, i nostri piedi sono particolarmente gonfi. Non sottoponiamoli ad ulteriori stress, utilizzando dei tacchi vertiginosi fin dalle prime ore del mattino. Optiamo per delle scarpe basse, che possono essere ugualmente sensuali, oppure portiamoci dietro le scarpe alte ed indossiamole nel momento in cui arriviamo in ufficio.

2. Lavare i piedi con acqua fredda – Siete appena tornate da una lunga giornata passata su dei tacchi 12? Non buttatevi subito sul divano per la stanchezza, ma lavate prima i piedi con acqua fredda. E' un ottimo metodo casalingo per farli sgonfiare e per riattivare la circolazione.

3. Scegliete tacchi bassi per lunghi periodi di tempo – Se a causa del lavoro siete costrette ad indossare i tacchi e a stare in piedi per lunghi periodi di tempo, non utilizzate assolutamente tacchi troppo alti. L’altezza ideale sarebbe al massimo di cinque centimetri. Sono sicuramente scarpe meno sensuali e femminili, ma ne guadagnerete in salute e i risultati saranno evidenti quando, a fine giornata, ritornerete a casa rilassate e senza dolori.

4. Indossare scarpe del numero giusto – Circa il 90% delle donne indossa delle scarpe di uno o due numeri più piccole. Portare delle scarpe strette è una delle cose che fa più male ai nostri piedi. Siamo convinte che la nostra misura resti invariata, ma in realtà anche i piedi continuano a cambiare man mano che si va avanti con l’età, soprattutto dopo la gravidanza.

5. Curare le vesciche – Se, nonostante mille precauzioni, non siamo riuscite ad evitare le fastidiose e dolorose vesciche, non bisogna farsi prendere dal panico. Innanzitutto, non bisogna bucare la pelle. Mettiamo un cerotto ed indossiamo delle scarpe diverse, che non facciano pressione su quella zona. Le vesciche si riassorbiranno da sole.