Taglieri e strumenti di legno sono molto utilizzati in cucina ogni giorno, spesso preferiti a quelli in plastica meno resistenti, soprattutto al calore, e meno duraturi. Se vogliamo far durare a lungo i nostri utensili in legno dobbiamo però pulirli dopo ogni utilizzo, ed effettuare una pulizia profonda almeno una volta al mese in quanto il legno è un materiale poroso: per questo motivo meglio evitare l'utilizzo di prodotti chimici e affidarsi invece a rimedi casalinghi sicuri. Limone, bicarbonato, sale sono alcuni degli ingredienti che possiamo utilizzare per pulire e igienizzare taglieri, mestoli e cucchiai di legno, evitando la proliferazione di germi e batteri, soprattutto dopo aver tagliato carne fresca ma anche frutta e verdura. Ma vediamo come effettuare la pulizia di taglieri e strumenti di legno in modo efficace.

Come pulire taglieri e strumenti di legno in modo corretto

Affinché taglieri e utensili in legno durino a lungo bisogna pulirli con cura e attenzione. Bisogna rimuovere dopo ogni utilizzo i residui di cibo e sporco per evitare che penetrino all'interno, soprattutto attraverso i graffi causati dall'uso del coltello, e per evitare che si formino delle macchie. Ecco i rimedi casalinghi da utilizzare.

Acqua tiepida e sapone di Marsiglia per un lavaggio delicato

Dopo ogni utilizzo di taglieri e strumenti di legno possiamo effettuare un lavaggio delicato utilizzando acqua tiepida e sapone di Marsiglia o un altro detersivo per piatti ecologico. Utilizzate una spugna morbida e strofinate ogni utensile con cura, poi risciacquate bene sempre con acqua tiepida e asciugate prima con un panno asciutto e poi lasciate asciugare all'aria, meglio se al sole che ha anche un potere disinfettante. Per evitare la formazione di muffa lasciateli asciugare in posizione verticale.

Bicarbonato e limone per una pulizia profonda

Almeno una volta al mese bisogna effettuare pulizia più profonda di taglieri, cucchiai e mestoli di legno utilizzando due rimedi della nonna davvero molto efficaci: bicarbonato e limone. Versate il bicarbonato sul tagliere o l'utensile in legno da pulire, tagliate in due un limone e strofinatene una metà sul tagliere, fate agire per qualche minuto e sciacquate sotto acqua corrente prima di lasciare asciugare all'aria. Potete anche creare una soluzione con bicarbonato e succo di un limone strofinando con una spugna pulita o con una spazzolina, di quelle utilizzate per la pulizia dei piatti.

Sale e limone per eliminare odori e residui di cibo

Questo metodo è particolarmente adatto per i taglieri, in quanto aiuta ad eliminare i residui che si possono inserire nei graffi provocati dalle lame dei coltelli che utilizziamo per tagliare gli alimenti. Inoltre aiuta a rimuovere unto e cattivi odori lasciati dal cibo. Cospargete di sale la superficie e strofinate utilizzando meta limone o anche solo la buccia. Dopo risciacquate con acqua calda e utilizzare poi un panno asciutta per asciugarlo per poi metterlo al sole sempre in posizione verticale. Eliminerete così ogni residuo di cibo oltre a pulire a fondo il tagliere.

Aceto per disinfettare gli utensili in legno dopo ogni utilizzo

Per la pulizia di taglieri, mestoli e cucchiai di legno, oltre ai metodi descritti sopra, potete utilizzare un rimedio specifico per igienizzarli e disinfettarli dopo ogni utilizzo. Prendete una spugnetta pulita e bagnatela con dell'aceto bianco, passatela su tutta la superficie degli utensili insistendo sulle arti più sporche. Ogni tanto bagnate la spugnetta con acqua calda ma evitate di tenere gli utensili in legno per troppo tempo in acqua per evitare che il legno si rovini e si gonfi. Sciacquateli e fateli asciugare all'aria in posizione verticale. Posateli solo quando saranno completamente asciutti.

In alternativa potete spruzzare l'aceto direttamente sugli utensili in legno lasciando agire per almeno 20 minuti sciacquando poi con acqua tiepida.

Olio di semi di lino per lucidarli

Per far durare più a lungo i nostri utensili da cucina in legno, soprattutto quelli con superficie lucida, dopo averli lavati possiamo lucidarli in modo naturale utilizzando olio di semi di lino che aiuterà anche ad eliminare piccoli graffi: applicatene poche gocce sulla superficie da lucidare e strofinate con una spugnetta asciutta. Lasciate assorbire l'olio e poi riponete i vostri utensili che saranno come nuovi e pronti per un altro utilizzo. Fate questa operazione almeno ogni due mesi.

Cosa evitare per pulire taglieri e strumenti di legno

Taglieri e strumenti da cucina in legno vanno lavati preferibilmente con rimedi naturali senza ricorrere a detersivi chimici e nemmeno alla lavastoviglie. Questo perché il legno è un materiale poroso e potrebbe assorbire i detersivi durante il lavaggio: si depositerebbero quindi sui nostri utensili delle sostanze nocive. In lavastoviglie poi, il contatto prolungato con l'acqua, potrebbe rovinare il legno che tenderebbe a gonfiarsi rovinandosi in poco tempo.