Chiara Schober ha 19 anni e fino a poco tempo fa pesava poco più di 22 kg: i suoi problemi legati all'alimentazione sono peggiorati con la scomparsa della nonna e Chiara ha cominciato a mangiare solamente un frutto al giorno, diventando così anoressica.

I problemi alimentari erano iniziati con un senso di colpa piuttosto strano: "Ho cominciato a sentirmi in colpa quando mangiavo senza avere realmente fame e quindi ho iniziato a mangiare sempre meno, dal momento che non volevo mangiare soltanto per il gusto di farlo", ha rivelato la giovane al The Sun. Chiara aveva al suo fianco la nonna, che la aiutava a combattere questo delicato momento, ma con la sua scomparsa la situazione è peggiorata: "quando mia nonna morì avevo il cuore spezzato, lei mi aveva aiutato a stare un po' meglio, ma quando l'ho persa il mio peso ha ricominciato a scendere".

I medici hanno cercato di aiutare Chiara, ma il ricovero in ospedale causava nella giovane ragazza problemi di depressione e istinti suicidi. La vita di Chiara è però cambiata improvvisamente quando ha incontrato Jason, un ragazzo di 17 anni che ancora oggi è al suo fianco. Il ragazzo infatti, ha incoraggiato la sua fidanzata a mangiare più spesso, portandola fuori a cena: "Jason è intervenuto e mi ha incoraggiato a mangiare di più, mi avrebbe portato fuori per i pasti e comprato snack e popcorn come spuntino. Presto ho trovato piacere nel mangiare di nuovo, lui mi ha aiutato anche a tornare in forma mentalmente." Oggi Chiara sta bene, è ritornata in forma e l'incubo dell'anoressia sembra solo più un lontano ricordo.